Scudetto strassegnato (Juve), un altro posto Champions andato (Napoli), restano aperte tre grandi fronti nel nostro campionato: due posti per la Champions, tre per l’Europa League (anche se bisogna vedere come finisce la Coppa Italia) e poi la salvezza. Iniziamo oggi la serie delle tre volate con la zona-Champions. Sette squadre in corsa: Inter, Milan, Roma, Lazio, Atalanta, Torino e Sampdoria. Analizziamo squadra per squadra, assegnando a ciascuna una percentuale di qualificazione (da tenere presente che, essendo due i posti disponibili, la percentuale si raddoppia).

INTER: 3a, 53 PUNTI. La vittoria del derby, dopo la brutta eliminazione dall’Europa League, ha permesso ai nerazzurri di sorpassare di nuovo il Milan. In una stagione di terribili turbolenze, può ritrovare l’orgoglio perduto in questa lunga corsa per la Champions. Lautaro Martinez è in forma splendida ed è diventato un punto di riferimento per la squadra. Possiamo sbagliarci, ma nella prossima stagione sarà uno dei grandi centravanti della Serie A. Per centrare il traguardo, l’Inter non tenga presente Icardi, nemmeno come pensiero, come ipotesi. Tocca a lui fare qualcosa di straordinario per riprendere un po’ di spazio (e di dignità) alla Pinetina. Probabilità di qualificazione: 55%

MILAN: 4a, 51 PUNTI. La squadra di Gattuso stava volando, poi è arrivato il derby ed è tornata a terra. Nelle sue prime stagioni da tecnico rossonero, Rino ha dato molto al Milan, lo ha reso squadra quando squadra non era. Adesso deve puntare su quel fenomeno di Piatek che però va sostenuto di più e meglio rispetto a quanto Suso, Castillejo e Calhanoglu hanno fatto contro l’Inter. Percentuale di qualificazione: 50%.

ROMA: 5a, 47 PUNTI. Ranieri è l’uomo del miracolo di Leicester e per portare questo gruppo di giocatori vuoti in Champions ne deve realizzare un altro a Trigoria. Sulla Roma ha infierito un mercato assurdo, ma nonostante i tanti, troppi errori di Monchi molto è stato fatto, in senso negativo, anche all’interno della squadra. La Roma vista a Ferrara, contro la Spal, era un ammasso di giocatori sparsi per il campo. Percentuale di qualificazione: 30%.
   
LAZIO: 6a, 45 PUNTI.
Ha una partita in meno che giocherà all’Olimpico contro l’Udinese. Già con quella gara potrebbe scavalcare la Roma in classifica. In ogni caso la Lazio sta molto meglio dei giallorossi. Pur con alcuni limiti strutturali, è una squadra vera, forte, concreta, anche se segna meno di un anno fa. La semifinale di ritorno di Coppa Italia potrebbe essere un intralcio nella corsa alla Champions, ma fino a un certo punto. Alla ripresa del campionato è in programma Inter-Lazio: quella sera ne capiremo di più. Probabilità di qualificazione: 35%.
   
ATALANTA: 6a, 45 PUNTI. La zona-Champions fa gola, ma il vero obiettivo (sportivo) della stagione dei bergamaschi è la finale di Coppa Italia. L’ultimo pareggio interno col Chievo lascia qualche dubbio sulla condizione generale, ma la qualità del gioco e il livello dell’organico consentono all’Atalanta di puntare anche al quarto posto. Probabilità di qualificazione: 20%.
   
TORINO: 7a, 44 PUNTI. Solida, concreta e col rilancio di Belotti, la squadra di Mazzarri ha ancora qualcosa da dire nella corsa alla Champions. Certo, non è fra le favorite, e del resto non era un obiettivo percorribile a inizio stagione, ma ora è in corsa e ci può provare. Probabilità di qualificazione: 6%.
   
SAMPDORIA: 8a, 42 PUNTI.
Dal 4° posto del Milan la separano 9 punti, tanti a questo punto della stagione, però nella prossima giornata la Samp incontrerà a Marassi proprio i rossoneri. Vincendo, i punti diventerebbero 6 e allora le possibilità per la squadra di Giampaolo aumenterebbero sensibilmente. Gioca un bellissimo calcio e al centro del suo attacco ha il capocannoniere della Serie A. Tutte queste ragioni spingono i blucerchiati a tentare il colpo clamoroso. Probabilità di qualificazione: 4%.