Commenta per primo
Dal calcio al virtuale e viceversa, i due mondi sono sempre più intrecciati. L'ultimo curioso episodio arriva dalla Spagna, perché a fine giugno Thibaut Courtois ha comprato il pacchetto di maggioranza dell'Internacional de Madrid-Boadilla grazie agli eSports: il portiere del Real ha rilevato il club, che milita in Segunda Division B (terza divisione spagnola), tramite la DUX Gaming, organizzazione eSports di cui è diventato proprietario con l'attaccante del Betis Borja Iglesias. La società calcistica cambierà nome in DUX Internacional de Madrid e avrà un nuovo stemma e nuovi colori sociali, ma le sorprese non finiscono qui.

I calciatori saranno anche pro gamers per il club, sulla scia di quanto accadeva con il centrocampista del Napoli Diego Demme ai tempi dell'RB Lipsia. A dare l'annuncio è stata la stessa società, spiegando che i calciatori tesserati dal DUX Internacional de Madrid potranno prendere parte a competizioni ufficiali su titoli come Fifa. "Siamo sempre stati un club innovativo - ha spiegato il presidente Stephen Newman - e ora facciamo un ulteriore passo avanti. Diventeremo una squadra sia reale che virtuale".