259
18.40 - Marco Giampaolo non è più l'allenatore della Sampdoria. A renderlo noto in maniera ufficiale è una nota diffusa dal club blucerchiato: "L’U.C. Sampdoria comunica di aver sollevato Marco Giampaolo dall’incarico di allenatore responsabile della prima squadra. Al tecnico e ai componenti del suo staff vanno i ringraziamenti per la serietà e la professionalità dimostrate durante il periodo di lavoro nel club".

18.05 - L'ennesima pesante sconfitta in un avvio di stagione che peggiore non poteva essere. La Sampdoria ha collezionato la miseria di 2 punti nelle prime 8 giornate di Serie A, l'avvio più deludente di sempre nella sua storia nella massima categoria. E a farne le spese sarà inevitabilmente Marco Giampaolo, che salvo clamorosi ribaltoni dell'ultim'ora va verso l'esonero. Dopo aver salvato la panchina in occasione del ko contro lo Spezia, questa volta si attende solamente l'ufficialità da parte del club blucerchiato dell'avvicendamento con un altro allenatore.
CHI ARRIVA? - Giampaolo, oggetto insieme ai suoi calciatori della pesante contestazione dei tifosi dopo lo 0-3 incassato per mano del Monza, non ha parlato alla stampa e attende solo la comunicazione del suo esonero. E con lui, secondo quanto emerge da Genova, salterà pure il posto del direttore sportivo Carlo Osti. Tra le piste prese in considerazioni nei primissimi minuti successivi al fischio finale resta quella di Roberto D'Aversa, che è ancora legato alla Samp da un contratto, e quella che conduce a Claudio Ranieri, allenatore amatissimo dalla piazza blucerchiata ma che pretende un ingaggio non inferiore ai 2 milioni di euro a stagione, troppi attualmente per le casse della Samp.

LA CONFERMA DELLA SOCIETA' - Che il destino di Giampaolo sia segnato lo ha ammesso pure il vicepresidente Antonio Romei, che si è espresso in questi termini ai cronisti presenti al "Ferraris": "Esonero? La notizia è confermata. Abbiamo aspettato un po' perchè prima volevamo comunicarlo al mister. Mi dispiace per il mister perchè so la professionalità che mette nel suo lavoro. E' stata una partita non all'altezza, chiudere così fa male. Non dobbiamo prendere alibi e lavorare tutti insieme per trovare una soluzione. D'Aversa è un'ipotesi ma non ne abbiamo ancora parlato".