Commenta per primo
Crotone-Fiorentina 2-1

Cordaz 6: match da spettatore non pagante.

Sampirisi 5,5: i cambi di fronte di Chiesa lo fanno soffrire non poco. Meno male che ci sono i raddoppi di Nalini.

Ceccherini 6,5: ferma sistematicamente gli avanti viola. Maturo.

Simic S. 6,5.: attento e preciso. Il nervosismo finale non lo induce comunque in errore.

Pavlovic 5,5: il figlio d’arte viola, da solo, riesce a tenere sotto scacco lui e Sampirisi. Cerca di limitare le avanzate avversarie come può.

Nalini 6: lotta e corre con umiltà. È il quarto sulla linea dell’attacco, ma anche il quinto su quella difensiva. Treno.

Barberis 6: regala brividi solo su calcio da fermo.

Mandragora 6,5: l’ago della bilancia del centrocampo calabrese. Dà equilibrio e sostanza al gioco pitagorico. Tutto passa da lui.

Stoian 6: incredibile lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco. Paga in efficacia sull’ultimo passaggio, ma il sacrificio in copertura è encomiabile.

(dal 68’ Rohden 6: calcia via tutto ciò che gli capita sotto tiro).

Trotta 7: chirurgico nel servire a Budimir l’assist dell’1-0, glaciale davanti a Sportiello nell’azione del raddoppio. Sembra aver finalmente capito come si gioca in A.

(dall’87’ Ajeti s.v.)

Budimir 7: non segnava in una gara di campionato da Crotone-Como del 23 aprile 2016, anno magico per i rossoblù. Arriva il tanto atteso riconoscimento per uno che, in campo, mette sempre tutto. Ripagato.

(dal 79’ Simy s.v.)
 

All. Nicola 7: le critiche per l’eccessivo difensivismo se le lascia alle spalle. Oggi in campo, di fatto, con 4-2-4 che neanche Conte e Ventura ai tempi di Bari. La maturazione caratteriale, e tecnica, dei suoi è sotto l’occhio di tutti. Modella la squadra in base all’avversario, e la corregge in base all’andamento della contesa. Bisognerebbe fargli una statua.