Commenta per primo
Crotone-Torino 2-2
 
Cordaz 7: si distende bene su un sinistro di Rincón e su un destro di Niang nel primo tempo. Sventa un quasi gol su una punizione di Ljajic, ma nulla può sulla traiettoria disegnata da Iago Falqué per il pareggio. Decisivo con un altro paio di interventi; di sasso, come tutti, per il 2-2 finale.

Sampirisi 6: sul suo versante si alternano praticamente tutti gli attaccanti granata. Lui non si scompone e mantiene sempre il sangue freddo.

Ceccherini 6,5: attento e concentrato in qualsiasi fase del match. Peccato per la beffa finale.

Ajeti 6,5: buona prova per l’ex della gara. Aveva tanto da dimostrare e, soprattutto, qualcuno da far pentire. Considerati i buchi di questo pomeriggio, qualcuno a Torino si starà mangiando le mani. 

Martella 6,5: un colpo da biliardo, quasi snobbato, ma che più fa arrabbiare i portieri che lo subiscono: la punta. La mette bene nell’azione del 2-1, regalandosi la prima gioia in A.

Rohden 7: alle prestazioni, quest’anno, si aggiungono i gol. L’unico rischio è che un giocatore così possa far gola a molti sin da gennaio.

Mandragora 6: abbandona il fioretto per agguantare la sciabola. Pochi fronzoli e tanta quantità.

Barberis 5,5: non nel suo miglior momento di forma. A stento ci si accorge della sua presenza in campo.

Stoian 6: alterna fasi di grande intensità ed effervescenza, a pause sconfortanti.

(dall’82’ Faraoni s.v.)

Trotta 5: il pubblico lo becca, giustamente, per un paio di appoggi facili falliti. Gara approcciata con poca applicazione. Indolente.

(dal 55’ Nalini 6: entra senza strafare)

Simy 6: sfida offensiva tutta nigeriana con Sadiq. La vince lui, e il che è tutto dire sul suo avversario. Solito dilemma: l’assist per l’inserimento di Martella è frutto della sua astuzia o della solita fortuna? Non lo sapremo mai, ma ci accontentiamo del risultato.
(dal 94' Budimir s.v.)
 

All. Nicola 6,5: la creatura, ormai, ha preso forma. Peccato solo per il pareggio, ma la strada giusta è stata imboccata già da tempo. Concreto.