147
Il controllo di sinistro, il diagonale di destro, il telecronista che urla "Cutroneeeeeeeeeeee", con la R tipicamente britannica, la gioia che esplode insieme alla sua corsa. E alle sue lacrime. Commosso, Patrick Cutrone trova il suo secondo gol in Premier, chiude la pratica West Ham con la rete del 2-0 e ritrova quell'emozione che mancava, col Wolverhampton, dal 14 settembre. 

I TIFOSI WOLVES - I tifosi del club inglese impazziscono per il proprio numero 10, che incarna alla perfezione quello che i fan vogliono dai propri beniamini: rabbia, grinta, corsa, con quelle smorfie di chi è pronto a morire sul campo per i colori che difende,quegli atteggiamenti che trascinano emotivamente. ​"Cutrone, sei una bellezza" twitta un tifoso, mentre un altro gli scrive "Non mi stancherei mai di cantare il tuo coro". Sì, perché immediatamente i supporter arancioneri hanno dedicato un coro al classe '98 arrivato in estate dal Milan: "Patrick Cutrone, Patrick Cutrone. He loves the pizza, he loves the pasta, the lad's f***ing magic". Il tutto sulle note de La Bamba.

I TIFOSI DEL MILAN - Per i Wolves che ridono, ci sono i rossoneri che rimpiangono. Sì, perché non manca il sostegno dei tifosi del Milan, che hanno visto nascere, sportivamente, Patrick Cutrone, entrato nei cuori con i suoi 27 gol in 90 partite e, soprattutto, con il suo atteggiamento. La corsa contro il Chievo Verona dopo il gol convalidato dal Var resta il manifesto del suo essere: padrone dell'emotività di San Siro. E questo è l'esempio più chiaro del "chi ama non dimentica": i tifosi del Milan non dimenticano Cutrone, sono felici per lui, ma tristi per quello che poteva essere. Le esigenze di bilancio hanno portato il 21enne lontano da casa sua, dove ora si fatica, e non poco, a trovare il gol: Piatek non segna più, Leao è un oggetto misterioso. "Manca il suo atteggiamento", "​Caro Patrick, ci manchi al Milan!", "​"Torna!", "ci stai facendo mangiare le mani" alcuni dei commenti su Instagram. Il Wolverhampton se lo gode, il Milan lo rimpiange. E Cutrone torna a segnare e a esultare, come sempre: emozionato. Ed emozionante.

@AngeTaglieri88