La necessità di trovare un sostituto di Fernandinho in ottica futura si è trasformata ben presto in un'opportunità di mercato che Pep Guardiola non si è lasciato sfuggire. Ante Palaversa è l'ultima scoperta del tecnico catalano che, dopo averlo seguito a lungo, ha accelerato nelle ultime ore del mercato di gennaio ufficializzando l'arrivo al Manchester City del croato classe 2000 dall'Hajduk Spalato a partire dall'estate 2020. Capitano della nazionale croata Under 19, il 18enne è stato inserito nella lista dei giovani calciatori più talentuosi dal Guardian, che lo ha accostato per caratteristiche fisiche e tecniche a Toni Kroos del Real Madrid

PERSONALITA' - Una maturità e una determinazione fuori dal comune. Nelle relazioni degli scout del Manchester City è emersa una consapevolezza nei propri mezzi tecnici e un'intelligenza calcistica ben al di sopra della media, tanto da convincere pienamente in poco tempo anche Guardiola. Nato a Spalato, Palaversa è cresciuto nel settore giovanile dell'Hajduk, club con il quale ha fatto tutta la trafila fino a esordire in prima squadra lo scorso 26 luglio nella sfida dei preliminari di Europa League contro lo Slavia Sofia grazie al tecnico Zeljko Kopic; esattamente un mese più tardi è arrivato il primo gol contro l'Inter Zapresic. Eletto nel 2017 miglior calciatore del campionato giovanile, il classe 2000 è il capitano dell'Under 19 allenata da Robert Jarni e vestite le maglia della Croazia dall'Under 15. Il croato può giocare in mediana o mezzala in un centrocampo a tre o nella coppia di centrali in uno schieramento a quattro. Tra le sue doti principali c'è il tiro da fuori, un'arma con la quale Palaversa riesce a trovare spesso la via del gol sorprendendo gli avversari; il 18enne possiede una grande visione di gioco e forza fisica (187 centimetri), oltre a doti tecniche importanti e a intelligenza tattica e velocità di pensiero che, abbinate, fanno di lui un calciatore d'altissimo livello. Molto elegante, ha dalla sua una spiccata personalità: il centrocampista croato gioca con grande autorevolezza, senza paura di sbagliare e soprattutto senza tirarsi mai indietro sia in avanti che in fase di interdizione. IL SOGNO - "Giocare davanti a 26.000 persone nel mio stadio. Posso solo dire che questo è il mio sogno che diventa realtà. Da bambino, quando giocavo al "calcio di strada" come ogni bambino della città, sognavo che questo accadesse: di diventare membro della prima squadra dell’Hajduk". Realizzato il sogno di vestire la maglia della propria città, per Palaversa si apriranno presto le porte della Premier League. Il 31 gennaio scorso ha, infatti, firmato un contratto con il Manchester City fino al 2023: il calciatore resterà in Croazia almeno fino a gennaio 2020, quando il club inglese deciderà se portarlo all'Etihad o lasciarlo altri sei mesi in prestito. Per assicurarselo, i Citizens hanno sborsato una cifra vicina agli 8 milioni tra parte fissa e bonus, lasciando all'Hajduk Spalato una percentuale sulla futura rivendita del gioiello. Un colpo importante voluto fortemente da Guardiola per il suo Manchester City del futuro. Il giovane croato è considerato dallo spagnolo l'erede ideale di Fernandinho, uno dei calciatori chiave della sua squadra: l'ex tecnico di Bayern Monaco e Barcellona stravede per lui e lo considera un futuro titolare dei Citizens. Ora Palaversa potrà continuare a crescere con tranquillità all'Hajduk, prima di volare in Inghilterra per dimostrare tutto il suo valore.