9
Caleb Okoli ha cominciato il ritiro con l'Atalanta, non sapendo bene quale sarebbe stato il suo futuro. Arrivava da una stagione vissuta da protagonista con la maglia della Cremonese, un'annata conclusa con una sorprendente promozione in Serie A e con un ruolo centrale anche nell'Under 21 di Nicolato. Le prime settimane di allenamento a Zingonia sono servite al centrale classe 2001 per farsi conoscere meglio da Gian Piero Gasperini, uno che ama lavorare coi giovani di talento. E che, su Okoli, ha avuto le idee chiare fin da subito.

DA PARTENTE A TITOLARE - Dopo i primi giorni di lavoro, l'allenatore ha infatti comunicato alla dirigenza e allo stesso difensore la sua incedibilità. Insieme ai vari Toloi, Djimsiti, Palomino (prima della positività al "clostebol metabolita") e Demiral, Gasp voleva tenere in rosa anche Caleb. Con buona pace delle squadre, la solita Cremonese e Salernitana su tutte, che si erano fatte avanti per averlo in prestito. Niente da fare, Okoli non si muove. E infatti, tra infortuni e problemi vari dei suoi compagni di reparto, nelle prime sette giornate ha già collezionato sei presenze. Con qualche errore, naturale per un ragazzo della sua età, ma anche con tante prestazioni di livello. Le prime in Serie A di un percorso destinato a durare molto a lungo.