30
C'eravamo tanto amati. Claudio Lotito e Giampiero Ventura, legati fino a ieri da una profonda stima, diventati in una notte due perfetti sconosciuti. Tutta colpa di una telefonata molto accesa, registrata in un ristorante di Villa Borghese e diffusa dal quotidiano Il Tempo, del patron della Lazio e azionista di maggioranza della Salernitana, sconfitta ieri dallo Spezia ed esclusa, al fotofinish, dalla corsa playoff: "Sto pezzo di m...è una cosa guarda...questo è matto: ha tolto Akpa a centrocampo...ha rovinato tutto...sempre co sto Maistro" ha detto, infuriato, al suo interlocutore, puntando il dito soprattutto sulla scelta di Ventura di inserire Maistro, poi espulso per doppia ammonizione. Parole molto dure che hanno spinto l'ex commissario tecnico della Nazionale a rassegnare le dimissioni.

GAME OVER - Nazionale, una parentesi molto amara per Ventura (e per il calcio italiano, escluso dall'ultimo Mondiale per la sconfitta nel playoff contro la Svezia), una grande occasione che aveva avuto proprio grazie a Lotito. ​Il presidente della Lazio, infatti, lo avrebbe voluto in biancoceleste nell'estate del 2016 dopo la rottura con Marcelo Bielsa (poi decise di confermare Simone Inzaghi), poi 'lo consigliò caldamente' all'allora presidente della Figc Tavecchio. Quattro anni dopo rischia di aver chiuso la carriera del 72enne allenatore di Genova, che dopo il fallimento con l'Italia ha raccolto delusioni a Verona, sponda Chievo, e a Salerno.