L’Inter pensa ad Antonio Valencia. Sime Vrsaljko finora non sta fornendo le garanzie che la dirigenza nerazzurra si aspettava: prima i problemi al ginocchio, poi l’elongazione al bicipite femorale, il croato non è mai riuscito realmente a dare continuità alle sue prestazioni. Arrivato in prestito oneroso (6,5 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 17,5 milioni, Vrsaljko è tra gli osservati speciali da qui a fine stagione. Dalle parti di Corso Vittorio Emanuele, le percentuali sul riscatto del croato si sono abbassate: il duo Marotta-Ausilio sta sondando il mercato alla ricerca di alternative per la prossima stagione. Tra i nomi seguiti c’è quello di Valencia, in scadenza di contratto col Manchester United al 30 giugno 2019. L’esterno sta facendo le sue valutazioni, ma non ha alcuna intenzione al momento di prolungare l’accordo coi Red Devils ENNESIMO PARAMETRO ZERO - Secondo quanto riferito in Inghilterra dal Mirror, gli agenti di Valencia hanno già preso contatti con l’Inter. Il Manchester United ha un’opzione e può fare un’offerta al calciatore fino a marzo, ma il club inglese è consapevole che il calciatore sta facendo le sue valutazioni e l’Inter vorrebbe che si trasferisse a Milano già a gennaio. Lo United al momento fa muro, non vuole indebolire la squadra di Solskjaer e non ha piani immediati per reclutare in questo momento un sostituto del giocatore che sta giocando da terzino destro. Il laterale classe 1985, già proposto a Marotta e Ausilio, potrebbe essere l'ennesimo parametro zero della nuova gestione, dopo il quasi certo arrivo di Diego Godin dall’Atletico Madrid.