Gol al debutto! Da adolescente puoi trascorrere intere notti a sognare una serata come questa: stadio pieno, esordio in Champions, la tua gente ad aspettare un gol e alla fine l’urlo del black out, quello che per qualche istante non ti fa capire niente. Cosa è seguito in quei secondi immediatamente dopo il gol, Icardi, forse, non ricorderà mai, ma è stata la liberazione per quasi 65 mila tifosi che da sei anni aspettavano questo momento. Un urlo trattenuto in gola per troppo tempo, che ha rotto le barriere del suono anche perché il Tottenham appariva in pieno controllo, ormai destinato a portare a casa i tre punti e rendere amaro il ritorno dell’Inter in Champions League. 

GOL ALLA GIGI RIVA - Mauro Icardi si è sbloccato, lo ha fatto in modo insolito, con un gol da fuori area. Un gol fantastico, al volo, impattando in modo perfetto il cross di Asamoah. Coordinazione e potenza, una rete alla Gigi Riva, col pallone che si spegne proprio lì nell’angolino basso alla destra dell’incolpevole Vorm, proteso inutilmente in tuffo. Esordio in Champions che il centravanti argentino non dimenticherà mai, anche perché dall’altro lato c’era un certo Kane, 93’ come lui, ma che in Champions ha già saputo fare la differenza e che le top d’Europa si contenderebbero a suon di milioni se solo il Tottenham decidesse di metterlo sul mercato. Una sfida nella sfida che questa sera ha visto prevalere Mauro Icardi. 
VETRINA INTERNAZIONALE - L’Inter spacca la crisi da gol, lo fa con il suo capitano, che tocca 16 palloni e ne spedisce in rete uno, ma decisivo per accendere uno stadio che ha poi saputo condurre la squadra alla vittoria con la spinta dell’entusiasmo. Icardi si è sbloccato alla quinta partita della stagione, quella che potrebbe essere la più importante nell’economia di un gruppo che vuole ripartire e che cercava consapevolezza in una sfida dalla vetrina internazionale. Prima gara in Champions e primo gol per Icardi, il capitano si riprende l’Inter.