Commenta per primo

Oggi calciomercato.com analizza il derby tra AS Roma e SS Lazio, le due squadre della capitale. E’ il contronto piu’ atteso a Roma e gia’ dai giorni primi nei bar, nelle piazze e per le strade si sentono battute, rispostacce e commenti. E’ un chiodo fisso perche’ sia I laziali che I romanisti venderebbero l’anima al diavolo pur di vincere il derby.

La giornata della grande partita ha un sapore e un’attenzione davvero incredibile in città e non solo. Arrivano dai Castelli romani con le bandiere che sventolano sul Lungotevere, un mare di braccia alzate, un concerto di clacson, di voci, di slogan e quella sana ironia che non guasta e che si vive a Roma.
Tra Lazio e Roma la rivalità e’ davvero accesa, ed ogni volta che si gioca un derby si respira un clima di tensione, di sfida e di sani sfottò tra le due tifoserie, I romanisti rigorosamente padroni della curva sud ed I laziali della curva nord.
Ogni match è un insieme di colori, di emozioni, di fumogeni e di canti che danno già  l’idea di un evento unico.

Ci sono intere famiglie che arrivano allo stadio la mattina presto con la colazione pronta per il nonno, lo zio, il nipote, gli amici. C’e’ atmosfera di attesa e lo scontro vale quasi come una Champions League per le due tifoserie.
I derby giocati in  serie A sono 133: con un bottino di 47 vittorie giallorosse, 54 pareggi e 33 vittorie biancocelesti. In Coppa Italia I match finora giocati sono 17: con  9 vittorie della Roma, 5 vittorie della Lazio e 3 pareggi.
Lo storica zona del tifo  giallorosso è il quartiere di Testaccio, core de Roma, mentre il quartiere dove c’è la supremazia del tifo biancoceleste è quello della zona di piazza Vescovio.
Fra I romanisti celebri ricordiamo Alberto Sordi, Nino Manfredi, Carlo Verdone, Francesco De Gregori ed Antonello Venditti che ha regalato alla squadra del cuore degli inni bellissimi.
Fra I laziali celebri invece ricordiamo Dario Argento, sua figlia Asia, Antonella Clerici, Tiziano Ferro ed in passato, il celebre poeta romano Trilussa.