L'agente di Marco Verratti e Riccardo Orsolini, Donato Di Campli, ha concesso una lunga intervista a Tuttosport in cui parla del futuro dei suoi assistiti. Il primo è un noto obiettivo di mercato della Juventus, il secondo è già stato comprato lo scorso gennaio dal club bianconero e si è messo in luce al Mondiale Under 20 con la maglia dell'Italia.

SU VERRATTI - "Nel prossimo mercato la Juventus piazzerà sicuramente una chicca. Verratti? C’è la volontà del PSG di trattenerlo a tutti i costi. Ormai è chiaro: i soldi non bastano, ci vuole l’appeal e negli ultimi quattro o cinque anni il club francese non ha fatto molto per crescere quell’appeal. La Juventus attira molto di più, perché i campioni sono attratti dalle squadre che vincono".

ORSOLINI SUBITO -
"Orsolini? E' un talento immenso. Credo che partirà in ritiro con la Juventus e proverà a farsi notare da Allegri. Potrebbe anche rimanere fino a gennaio, provando a conquistarsi un po’ di spazio. La Juventus è una delle poche grandi che lascia spazio ai talenti. Ho parlato con Paratici proprio oggi: è subissato di richieste, ma con Pjaca infortunato e tante situazioni da sistemare potrebbe anche sorprendere tutti. Studieremo il percorso giusto per lui, per me lui è già pronto al grande calcio. E' un ragazzo con la testa a posto, è molto concentrato sulla sua vita calcistica, sa che ha i riflettori puntati addosso, ma non gli pesa".

MEGLIO ORSOLINI DI BENTANCUR - "La Juve ha visto lungo: se penso che qualcuno ha pure criticato l’operazione per i suoi costi! Si è parlato tanto di Bentancur, ma al Mondiale gli osservatori guardano soprattutto Orsolini e Favilli. Andrea era scappato dalla porta principale, sono stati abili a farlo rientrare. Stiamo discutendo con Ascoli e Juventus il migliore percorso. Peccato che non esistano le seconde squadre, la dimostrazione dell’arretratezza della nostra Federcalcio".

SU COULIBALY E LE MILANESI - "Coulibaly? La Juve è attenta, ma non ci sono solo i bianconeri. Milanesi da scudetto? L’Inter si è dotata di uno dei migliori ds in circolazione, Sabatini. Il Milan è partito a razzo, l’importante è non finire male".