18

Parla poco con i giornalisti, fuma come un turco e sembra introverso. Se lo chiami al telefono, non risponde quasi mai. E le notizie te le fa sudare, eccome. Poi, se lo conosci meglio, impari ad apprezzarne l'ironia e la semplicità, anche se magari mai sarà il tuo migliore amico. Mi piace Walter Sabatini, lo stimo davvero. Ha un fiuto particolare per i talenti, non ha paura di sbagliare, ama il rischio. E la Roma che ha costruito ne è prova tangibile. Ma quello che apprezzo di più nella sua filosofia manageriale è quella continua ricerca di giovani in grado di assicurare il futuro del club dove lavora. 

Prendiamo proprio la Roma, capace di produrre già oggi una formazione da "Ritorno al Futuro": Skorupski; Golubovic, Jedvaj, Romagnoli, Dodò; Salih Ucan, Verre; Caprari, Sanabria, Paredes; Berisha. Per non parlare di Ricci, Pettinari e tanti di quei ragazzi cresciuti nel settore giovanile giallorosso (il lavoro di Bruno Conti e Alberto De Rossi, da applausi), già pronti per essere titolari in quasi tutte le squadre di B e in molte di A. 

Solo così, forse, potremo uscire dalla crisi del nostro calcio. Certo, con qualche straniero in meno e tanti italiani in più, in modo da far aumentare la convocabilità dei nostri tesserati, nell'ultima stagione scesa oltre il 50%. Giovani, fortissimamente giovani: abbiamo bisogno di ripartire con coraggio, prendendo spunto da quelle nazioni che non hanno timore a lanciare dei 95 (Origi del Belgio, per esempio). E poi sensibilizzare tutti a fare sport, più sport. Qui a Rio, dove sto ormai da più di quindici giorni, giocano e corrono tutti. Sulla sabbia, per le strade, a qualsiasi ora del giorno e della notte. A tutte le età. E già m'immagino un Sabatini con la sigaretta in bocca pronto a strappare un contratto a questo ragazzino che fa il fenomeno a Copacabana, proprio davanti ai miei occhi. 

Gianluca Di Marzio (giornalista Sky Sport)
 

COMMENTA L'ALERT E FAI UNA DOMANDA! GIANLUCA DI MARZIO RISPONDERA' ALLE PIU' INTERESSANTI! #DIMARZIOALERT