Commenta per primo

La telenovela che ha come protagonista Ronaldo de Assis Moreira, in arte Ronaldinho, sembra essere ormai giunta alla fine. Il giocatore, così come annunciato da Silvio Berlusconi nella conferenza stampa del 20 luglio, resterà anche in questa stagione al Milan ma, nonostante tutto, le voci sul suo futuro continuano a circolare.

Roberto de Assis ha confermato che nei prossimi giorni si terrà un nuovo summit con l’amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani, che avrà come oggetto le condizioni per la permanenza del Gaucho in maglia milanista, una maglia che richiede di essere onorata, come fatto nella scorsa stagione quando Dinho, spinto dalla possibilità, poi sfumata, di andare ai Mondiali sudafricani, disputò una grande annata, risultando decisivo sia in fase di finalizzazione dell’azione sia nel momento di servire l’ultimo passaggio al compagno. Adesso però, la paura dei tifosi, è quella di trovarsi in casa un giocatore demotivato che, fin dall’inizio della preparazione, ha lavorato spesso a parte per recuperare tonicità dal punto di vista fisico.

Le condizioni per la sua permanenza al Milan sono state esposte sia a lui che al suo agente in tempi non sospetti il che consiste nell’accettare la nuova politica di abbattimento degli ingaggi ma è proprio questo uno dei nodi che più stanno a cuore al suo agente, Roberto de Assis. Dinho vuole un rinnovo biennale alle stesse cifre attualmente percepite, cosa che la società di via Turati non è disposta a fare.