Commenta per primo
Il Giappone stupisce e lo fa con Ritsu Doan, autore del gol vittoria che mette k.o. la Spagna nell'ultimo turno del gruppo E. La sua storia, che culmina nel passaggio del turno da protagonista di un Giappone stratosferico, si lega alla Spagna con un intreccio olimpico, passando da una nomination al Premio Kopa, fino ad arrivare alla stagione col Friburgo in Bundesliga e all'exploit ai Mondiali.

SCONFITTA OLIMPICA - Non è la prima volta che Doan segna alla Spagna, visto che nel 2021 l'attaccante giapponese aveva già siglato una rete in un'amichevole fra le formazioni olimpiche di Spagna e Giappone. Le stesse formazioni si sfidarono poi poche settimane dopo, nella semifinale Olimpica vinta dagli iberici grazie ad un gol di Asensio. La sconfitta in semifinale ha lasciato una ferita aperta nel cuore di Doan, che in una recente intervista riportata dal Japan Times, ha dichiarato di non considerare l'idea di un'altra sconfitta per mano della Spagna. "Conosco il loro gioco e non posso perdere due volte contro lo stesso avversario" le parole del giapponese. "Lo stesso avversario" perché in quella formazione olimpica c'erano elementi del calibro di Pedri, Pau Torres, Dani Olmo e lo stesso Asensio, che ora sono pilastri della nazionale di Luis Enrique.
NON E' UN CASO - L'acuto di Doan ai Mondiali, con un gol alla Germania e uno alla Spagna, non arriva però in maniera inaspettata, viste le ottime speranze che gli addetti ai lavori hanno sempre riposto in lui. Tant'è vero che nel 2018 viene inserito nella lista per il Premio Kopa, il "Pallone d'Oro dei giovani", vinto quell'anno da Kylian Mbappé, con Doan al nono posto. Dopo quella nomination Doan passa dal Groningen al PSV Eindhoven dove rimane dal 2019 al 2022, con una parentesi all'Arminia Bielefeld, raggiungendo l'apice nella stagione 2021/2022 quando mette a segno 8 reti. A luglio 2022 si accasa poi al Friburgo, dove al fianco di Vincenzo Grifo sta contribuendo all'ottimo secondo posto in classifica della squadra di Christian Streich.