"Maturità, ti avessi preso prima...". In effetti Gianluigi Donnarumma poteva averlo già con sé quel pezzo di carta, poteva aver già superato quella linea di confine tra adolescenza e maturità, facendo il passo decisivo per diventare uomo con quel diploma in mano. Invece no: prima la richiesta di rinvio, accolta, causa Europeo Under 21; poi le prove suppletive a Pavia, da privatista, alle quali non si è presentato. Valigie, jet e vacanze a Ibiza consigliate dal suo procuratore, Raiola. E nel mezzo un rinnovo di contratto col Milan che tardava ad arrivare.

UN ANNO FA - Arrivarono prima la strigliata della presidente di commissione Elda Frojo ("Un comportamento che rappresenta una grave mancanza di rispetto per la scuola, per la Commissione e per gli studenti delle classi coinvolte"), poi la lettera del Ministro dell'istruzione Valeria Fedeli ("Il tuo sarebbe un esempio prezioso per tutte quelle giovani e quei giovani che vedono in te e in altri sportivi un modello da seguire), che non toccarono il classe '99 rossonero. Pronto, ora, alla maturità: alle 8.30 è atteso sui banchi di scuola per la fatidica "prima prova". E chissà se sarà sul web, come uno studente qualunque, a cercare le anticipazioni...

CONTRATTO - Protagonista sui banchi, protagonista sul mercato. Il giocatore, accostato più volte a PSG, Liverpool e Real Madrid, al momento non ha richieste: il Milan lo dichiara incedibile, ma è pronto ad ascoltare offerte dai 60 milioni di euro in su. Offerte che non sono ancora arrivate. Dopo un anno difficile, culminato con la pessima prestazione contro la Juventus nella finale di Coppa Italia, e con un contratto da top player (6 milioni di euro a stagione, il secondo più pagato della rosa alle spalle di Bonucci), si fa fatica a trovare club importanti pronti a investire le stesse cifre con le quali si può portare a casa Alisson, miglior portiere della ultima Serie A.

TESTA ALLA MATURITA' - 19 anni, pronto a prendere la maturità, Gigio si trova "prigioniero" di una valutazione altissima e di un contratto che lo sembra mettere fuori mercato, almeno per il momento. Il Milan attende, il mercato pure. Meglio così, forse: testa sulla maturità, c'è un diploma da ragioniere da prendere, per mantenere la promessa fatta a papà Alfonso e mamma Maria, e anche a se stesso, con gli ultimi mesi passati con la testa sui libri (fonte corriere.it). E sentirsi, per qualche giorno, il piccolo Gigio e non il grande Donnarumma.

@AngeTaglieri88