96
Da fuori progetto alla chance da titolare. D'accordo, non ha brillato eppure Christian Eriksen è tornato in campo dal primo minuto con l'Inter ieri a Firenze e soprattutto si era rivisto già a Genova con la Samp in un momento delicato. Non proprio un trattamento usuale per quando un giocatore è in vendita col mercato aperto, talvolta anche per evitare infortuni. Eppure, Antonio Conte di comune accordo con la società ha deciso di utilizzare comunque Eriksen finché sarà a disposizione perché anche dovesse restare a Milano, non vorrebbe perdere una risorsa in una rosa che non sempre fornisce tutte le alternative. 


Ascolta "Eriksen, cos'è successo con Conte: la situazione cessione dopo le ultime prestazioni" su Spreaker.

MERCATO E SCELTA - Insomma, Conte ha chiarito personalmente che avrebbe ugualmente sfruttato Eriksen a fronte di necessità o scelta tecnica. Una comunicazione arrivata in questi giorni anche in via diretta al giocatore che ha accettato di buon grado queste chance, pure in un ruolo diverso, da professionista. Ma in realtà dietro le quinte pur non essendo arrivata alcuna offerta reale o ufficiale, si continua a lavorare per la cessione di Eriksen. L'Inter finora non ha ricevuto nulla, l'Ajax si è tirato indietro, Marotta e Ausilio sperano in una soluzione nei prossimi giorni che possa aprire alla cessione del danese anche con una formula che non sia legata al titolo definitivo. Lavori in corso, nonostante il ritorno in campo di Christian. Conte è stato chiaro. Ma il suo mercato non è ancora finito...