32
Intuizione di mercato, pazza idea, scommessa. Adel Taarabt al Milan è stato tutto questo. Quando a fine gennaio Adriano Galliani ha deciso di investire sul fantasista da sempre ritenuto talentuoso ma discontinuo, in pochi si aspettavano un gioiello che ha già conquistato con due gol e tante giocate di qualità i tifosi rossoneri. A Calciomercato.com, in esclusiva, rivela tutto dell'operazione proprio chi l'ha portata avanti: l'agente FIFA Vicenzo Morabito, intermediario nell'affare imbastito dal Milan con il QPR. Tutto è nato... da una telefonata. "Ho ricevuto una chiamata dal Fulham, a gennaio - racconta Morabito -. Mi hanno dato 24 ore per trovare un club a Adel Taarabt, lo avevano in prestito ma ormai la decisione era di lasciarlo andare. A quel punto, abbiamo riflettuto sulle varie possibilità. E la nostra scelta è stata di chiamare come prima società proprio il Milan".

Da quel momento, è scattata l'idea dell'affare: "L'operazione è nata come uno scambio di prestiti, Taarabt al Milan e Zaccardo al Fulham. Poi il club inglese ha rinunciato al difensore, il giorno dopo. E allora a quel punto è stato bravissimo Galliani, va dato a lui il merito di aver insistito, di aver creduto in Taarabt al punto da tenere in piedi l'affare con il solo trequartista che poi abbiamo portato al Milan". Ma su Taarabt c'erano altre società? Morabito spiega: "Sicuramente potevano esserci altre società interessate. Ma io ero l'unico agente interpellato dal Fulham, quindi il Milan non ha avuto alcun problema di concorrenza. Questo è uno dei casi che conferma come un agente possa essere una risorsa per un club".
E adesso, c'è da discutere del riscatto a giugno che sembra essere non prefissato: "Penso proprio che Taarabt verrà riscattato - conferma Morabito -, anche se l'ultima parola spetterà al Milan. Prezzo non prefissato? Non credo proprio che possano esserci dei problemi su questo aspetto per il Milan. Galliani, oltretutto, è in ottimi rapporti con l'agente di Adel Taarabt, ovvero Kia Joorabchian. Quindi è un riscatto fattibile". Specialmente se Taarabt dovesse continuare così. "Mi aspettavo che avrebbe fatto bene, ma di sicuro come inizio è stato sorprendente. Mi ha stupito soprattutto la sua condizione atletica, davvero eccellente. Decideranno loro, ma credo verrà riscattato". Questo è Taarabt, una scommessa vinta.