161
Due figurine da 8 milioni di euro ciascuna. E grasse plusvalenze realizzate su calciatori ormai inutili alla causa. Nei giorni scorsi è stata celebrata una corrispondenza di amorosi sensi fra Juventus e Barcellona con scambio di giovani calciatori. Che invero avevano fatto già in tempo a invecchiare nel gruppo senza che ci se ne accorgesse, sicché sbarazzarsene diventava cosa buona e giusta.

E allora perché non scambiarseli facendo cifra pari? Nemmeno il tempo di pensarlo che l'affare era già fatto. E dunque ecco il brasiliano Matheus Pereira da Silva riempire le valigie a Dijon per fare scalo a Torino e prendere la via definitiva verso Barcellona, intanto che nella direzione opposta viaggiava il venezuelano Alejandro José Marques Mendez. Entrambi senza futuro nelle società da cui vanno via. Lo troveranno nelle società di approdo? Sì, a patto che si accontentino di scendere in terza serie. Uno al Barcellona B, l'altro alla Juventus Under 23. Quanto a fare passi avanti, si vedrà. Perché al momento le sole certezze stanno nelle cifre dello scambio e nei termini di pagamento: Alejandro Marques giunge alla Juventus da subito a titolo definitivo in cambio di 8,2 milioni di euro da pagarsi in 2 esercizi, mentre Matheus Pereira va al Barcellona in prestito ma con obbligo di riscatto da esercitare al verificarsi di determinate condizioni sportive (che si presume agevoli a maturare) per una cifra di 8 milioni di euro pagabile in due esercizi.

Importi quasi in fotocopia, plusvalenze molto prossime. La relazione finanziaria della Juventus al 30 giugno 2019 riferisce che il costo residuo per Matheus Pereira fosse di 1,762 milioni di euro alla conclusione della scorsa stagione e con scadenza del contratto al 30 giugno 2022. Sottraendo l'ammortamento relativo alla stagione in corso risulta un costo residuo di circa 1,174 milioni di euro, con plusvalenza che per il club bianconero supererebbe i 6,82 milioni di euro. Per il Barcellona, invece, è plusvalenza pressoché integrale. Alejandro Marques è in scadenza di contratto, né c'è mai stata prospettiva che gli venisse rinnovato. Il Barça realizza una plusvalenza che più o meno corrisponde alla cifra incassata, mentre la Juventus spende 8,2 milioni di euro per prendere subito un calciatore della Serie C spagnola che avrebbe già potuto firmare adesso per i bianconeri e il 30 giugno prossimo si sarebbe liberato a 0 euro. Va aggiunto che per il Barcellona queste manovre non sono una novità.

Per ciò che riguarda il valore tecnico attuale dei due calciatori, è possibile fare alcune considerazioni. Matheus Pereira è stato acquisito dalla Juventus nella primavera del 2016, proveniente dal Corinthians. Come scritto a suo tempo da Calciomercato.com, dei 2,5 milioni di euro spesi dal club bianconero i brasiliani incassarono le briciole, o almeno così riferirono le fonti brasiliane. Ovviamente ciò non è imputabile alla Juventus. Che però, del ragazzo brasiliano classe 1998, non si è servita minimamente. Tanto da averlo mandato sovente in prestito a Empoli, Bordeaux e Dijon senza che ne rimanesse traccia.

E adesso  che lo dà via, dopo che il giocatore non ha mantenuto le aspettative, incassa una cifra di cessione più di tre volte superiore a quello pagato. Miracoli del calcio mercato. E in fondo è un miracolo anche quello che riguarda Alejandro Marques. Un calciatore classe 2000 sul quale abbondano giudizi positivi e valutazioni di sicura prospettiva. Talmente tanti elogi da spingere a chiedersi come mai il Barcellona se lo lasci scappare. Per adesso la giovane promessa va a rinforzare la Juventus Under 23 in Serie C. E a leggere le cifre impegnate per rinforzare la seconda squadra bianconera durante la stagione in corso, per come le riporta Transfermarkt, si rimane impressionati: 8,2 milioni per Alejandro Marques, 4 milioni per Zanimacchia, 3,5 milioni a testa per Han e Mulé, 2,6 milioni per Frabotta, 1,8 milioni per Dany Mota, 1,3 milioni per Idrissa Touré, 1 milione a testa per Olivieri e Masciangelo, 450 mila euro per Mokulu e 400 mila euro per Rafia.

Probabile non siano cifre massimamente precise, ma nemmeno tanto distanti dalla realtà. Il totale fa 27,75 milioni di euro. Per una squadra che dopo la sconfitta 3-2 rimediata lo scorso sabato sul terreno della Pro Patria viaggia al 13° posto in terza serie. Non male.

@pippoevai