2
"Io l'ho detto ai dirigenti, voglio 5 esterni, al limite 4 più un giovane, perché è un ruolo dispendioso e serve anche qualità": così Vincenzo Italiano al termine dell'ultima amichevole del ritiro concluso sabato scorso. Un indizio di mercato concreto, visto che gli esterni in rosa, escludendo i giocatori aggregati dalla Primavera ed includendo Saponara, reinventato in quel ruolo proprio dall'ex tecnico dello Spezia, sono quattro. A Saponara, Sottil, Callejon e Gonzalez, dunque, si aggiungerà presumibilmente una quinta ala da qui a fine mese.

GIVE ME FIVE - Va capito se serve un esterno che possa fare da titolare oppure semplicemente una pedina che sia in grado di rientrare nelle rotazioni e rendere la stagione meno dispendiosa per il pacchetto avanzato. Callejon ha convinto tutti finché è stato in campo in Trentino, Saponara gode della fiducia dell'allenatore, per Sottil e Gonzalez sono stati fatti investimenti importanti. Convogliare un'altra ingente somma di denaro su un quinto profilo di rilievo esporrebbe le cinque ali al rischio della svalutazione, cosa che in questo periodo specialmente non è consigliabile. E allora ecco che, secondo quanto raccolto da Calciomercato.com, prende piede l'opzione numero due, quel "4+1 giovane" che Italiano ha concesso a microfoni accesi.
GIOVANE QUANTO? - Se c'è un giocatore offensivo che è stato accostato alla Fiorentina nelle scorse settimane che non è certo giovane, quello è Messias. Non è più di primo pelo anche Mattia Zaccagni, che sembra venuto fuori ieri ma ha già 26 anni. Più calzanti alla definizione sono Orsolini, Carrascal e Brekalo, rispettivamente 24, 23 e 23 anni. In particolare il primo, che è perfetto per il 4-3-3 e piace molto ad Italiano; inoltre, l'agente è lo stesso di Kouamé, Castrovilli e Maleh, ovvero l'ex viola Michelangelo Minieri. Tutti questi indizi stanno portando a contatti per valutare se la strada sia percorribile, nonostante le esigenze del Bologna di monetizzare dopo l'acquisto di Arnautovic. Eppure, un profilo ancora più giovane, economico e plasmabile a piacimento da parte dell'allenatore gigliato appare al momento la soluzione più gettonata, dietro ai quattro già presenti in rosa. Che possa essere Agostinelli, aggregato al ritiro dalla Primavera? Intanto il ragazzo continua ad allenarsi con la prima squadra dopo i giorni trascorsi in Trentino.