28
Secondo il Times la Uefa sta trattando con il governo inglese perché 2.500 VIP di Nyon siano esentati dalla quarantena di 10 giorni imposta a chi entra in Gran Bretagna. In caso contrario semifinali e finale Euro 2020 potrebbero spostarsi a Budapest. ​Un portavoce della Federcalcio ungherese alla Reuters non esclude un cambio di programma: “Siamo pronti a organizzare a Budapest altre quattro partite (i match inizialmente previsti a Londra, quarto di finale, semifinali e finale ndr). La federazione e il suo presidente Sandor Csanyi sono in grado di organizzare qualsiasi grande evento di calcio”.

LA NOTA - La Uefa - con un comunicato nella mattinata di venerdì - ha escluso, al momento, un cambio di città: "​La UEFA è lieta che la capacità di Wembley per le partite a eliminazione diretta raggiunga almeno il 50%. Al momento, stiamo discutendo con le autorità locali per cercare di consentire ai tifosi delle squadre partecipanti di assistere alle partite, utilizzando un piano rigoroso di test e un concetto di bolla che significherebbe che la loro permanenza nel Regno Unito sarebbe inferiore a 24 ore e i movimenti limitati a mezzi e luoghi autorizzati. Comprendiamo le pressioni che il governo deve affrontare e speriamo di raggiungere una conclusione soddisfacente delle nostre discussioni. C'è sempre un piano di emergenza, ma siamo fiduciosi che l'ultima settimana si terrà a Londra".