19
Una vita al Milan, tra campo, panchina e soprattutto talenti. Filippo Galli ne ha allenati tanti, di giovani e di promesse. Probabilmente, nessuno gli ha rubato il cuore come Manuel Locatelli.

A Calciomercato.com, ha raccontato in esclusiva gli anni rossoneri e il percorso di maturazione del principale obiettivo di mercato della Juventus

Ci racconta il primo ricordo che le viene in mente parlando di Locatelli?
"Non c'è un vero e proprio ricordo specifico. Ogni volta c'è la bellezza di vederlo giocare, crescere. Lo guardo e vale sempre la pena. Forse il momento più bello è stato la firma sul contratto da professionista: potete immaginare la sua felicità, come quella di ogni ragazzo".

Fu lei a comunicargli il salto in prima squadra nel Milan.
"Un momento nostro, non privato ma comunque difficile da spiegare..."

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM