Commenta per primo

cassaUna battuta con il barista di Coverciano sullo strano dialetto che è il fiorentino; una chiacchiera con il c.t. Cesare Prandelli, il primo con cui un mese fa si informò sulla vita a Firenze e le possibilità di un futuro in quella città. Qualche coro dei tifosi gigliati, nel corso della seduta pomeridiana della Nazionale italiana ieri pomeriggio, che lo invitano a vestire la maglia viola. Continuano i contatti, seppur indiretti, fra Antonio Cassano e la Fiorentina: una storia d'amore che sembra 'stoppata' dalle parole di ieri del d.s. Pantaleo Corvino, ma che in realtà è un'ipotesi che allo stesso giocatore non dispiacerebbe affatto.

Anche ieri Prandelli, primo sponsor di Cassano a Firenze - o comunque in una piazza che garantisca maggior minutaggio al numero 99 rossonero -, ha ribadito che la priorità per le chiamate in azzurro verrà data ai giocatori che sono impiegati stabilmente nei rispettivi club. Ed ecco che Fantantonio, sempre di più ai margini nel Milan, anche per accontentare la moglie (che ci terrebbe a riprendere l'attività pallanuotistica ad alti livelli), potrebbe scegliere la Fiorentina: i tifosi lo vedono già come un piccolo-grande sogno estivo in un'estate avara di colpi di mercato.