Commenta per primo
Rocco Commisso, patron della Fiorentina, ha parlato così nel post-partita del match di Coppa Italia contro il Cittadella: “È sempre meglio vincere che perdere… Questa partita resterà storica perché è la prima che la squadra vince sotto ai miei occhi. Faccio i complimenti ai ragazzi perché hanno giocato con coraggio e con grinta: credevo che dopo essere rimasti in dieci saremmo stati beffati, ma non è successo. Adesso guardiamo di giorno in giorno cosa accadrà. La squadra aveva tanti assenti per gli infortuni, andiamo avanti con lo spirito giusto, le cose migliori devono ancora arrivare. Abbiamo due giocatori importantissimi che potrebbero ritornare già domenica, Chiesa ce la farà ma forse anche Ribery e Pezzella: vediamo. Siamo tutti insieme adesso, si soffre e si gioisce come una famiglia, assieme ovviamente all’allenatore. Se avessimo vinto con il Verona saremmo stati dalla parte sinistra della classifica, ora siamo a destra e dobbiamo tornare da quell’altra parte. Mi dispiace per Sottil: ho parlato con lui, è un bravissimo ragazzo e stava giocando bene. La sua reazione? È tutto ok, ha parlato con il mister: ora serve compattezza, tutti hanno giocato da squadra. La dedica della vittoria? Ai tifosi che seguono sempre la squadra".