Commenta per primo
Fiorentina-Cittadella 2-0

Terracciano 6: Buone parate e sicurezza al reparto, che gli valgono anche il clean sheets.
Venuti 5: Veramente troppo ingenuo il fallo che gli costa l’espulsione, costringendo la Fiorentina a giocare per oltre 60 minuti in inferiorità numerica.
Ranieri 5.5: Buoni minuti nelle gambe del giovane viola, che non è però sicuro in un paio di uscite, quando Panico poteva rivelarsi molto pericoloso. Rischia il rigore nel finale su Diaw
Milenkovic 6: Anche nei momenti di difficoltà e di inferiorità numerica, è lui il baluardo della difesa viola.
Dalbert 6: Meno lucido e preciso rispetto ad altre uscite, ma sulla fascia è un motorino costante.
(Dal 36’ s.t. Terzic: SV)
Castrovilli 6.5: Si vede che ha un passo e un piglio diverso a gli altri giocatori in campo. Non sempre è brillante, ma quando la palla passa tra i suoi piedi si accende la Fiorentina.
Pulgar 5.5: Meno brillante del solito, soprattutto visto il livello dell’avversario.
Benassi 7: Protagonista assoluto con due gol della serata di Coppa. Il senso del gol l’ha sempre avuto, e anche stasera l’ha dimostrato.
Ghezzal 6.5: Corre tanto e si fa trovare spesso in buona posizione dai compagni. Bello l’assist per il secondo gol di Benassi, dove salta tre avversarsi.
(29’ s.t. Caceres 6: Entra per dare sicurezza a tutto il reparto arretrato quando, sul finale, si sente l’inferiorità numerica, e porta a compimento ottimamente il suo obbiettivo.)
Vlahovic 5.5: Sgomita e lotta contro tutta la difesa veneta, senza mai trovare il guizzo giusto per trovare la via del gol.
Sottil 6.5: Partita breve per l’esterno classe ’99, che viene sostituito dopo il rosso a Venuti. Nei minuti in campo era stato sicuramente uno dei più propositivi, servendo anche l’assist per il primo gol di Benassi. Esce lamentandosi, forse in maniera eccessiva.
(Dal 30’ p.t. Lirola 6: Entra a freddo ma non sfigura, correndo sulla fascia senza sosta. Bellissimo il lancio per Ghezzal che propizia il secondo gol.)
Montella 6: Torna alla vittoria, ed è la cosa più importante, ma soffrire contro il Cittadella deve essere un campanello d’allarme in vista dei prossimi impegni in campionato.