2
Atalanta - Fiorentina 1-2
 
Terracciano 7: a sorpresa parte dal 1’ ma i guantoni sono meritati perché para i tiri dei vari Djimsiti, Zapata e Zappacosta. 

Venuti 6: il terzino scuola viola non lascia il posto a Odriozola ma è sfortunato e al 23’ nello scontro con Pasalic cade male, la spalla fa crack.
 
(Dal 25’ p.t. Odriozola 7: alla fine deve aspettare solo 25’ per avere una maglia, l’ex Real è un chiodo fisso su Zapata che non passa mai. Bene).
 
Milenkovic 6,5
: il ventitreenne ex Partizan rinforza la difesa e il colombiano nemico si arresta. 
 
Igor 6: preferito a Nastasic, fa il suo ma non è certo la sua migliore partita, le insidie però non sono tante.
 
Biraghi 6: il capitano caricato dal tricolore sventa un tiro nocivo di Miranchuk, poi duella all'ultimo respiro con Zappacosta.
 
Bonaventura 6: ritrova la sua ex, è un tuffo negli anni più belli, nello stadio che l’ha lanciato però è più smaliziato del solito, guadagna un rigore ma poi rischia il rosso con la gomitata su Maehle.
 
Torreira 6,5: dall’Arsenal a Bergamo, la sua occasione è arrivata, fa partire buoni palloni dalla mediana, partecipa alla maggior parte delle azioni, e chissà tra qualche mese quando è entrato negli ingranaggi.

(Dal 21' s.t. Amrabat 6,5: arriva prima su ogni pallone, fa rimpiangere l'Atalanta del mancato acquisto sul mercato).
 
Duncan 6,5: spaventa Sportiello con la sua conclusione da posizione decentrata, il 32 cerca subito di rendersi decisivo ma a poco a poco lascia il palcoscenico agli altri.
(Dal 31' s.t. Castrovilli 6: bisogna vederlo in campo dal 1' ma la qualità c'è e si vede).
 
Callejon 5: lo spagnolo ex Napoli vede viola, ma da lui ci si aspettava qualcosa di più che l'atterraggio di Gosens in area che riapre la gara.

(Dal 31' s.t. Gonzalez 6: fa meglio del compagno).
 
Vlahovic 7,5: il numero 9 è il più temuto dai nemici, ma ha un 6 davanti che gli tarpa le ali. Quando fa partire il missile dalla sinistra però trova l’arto di Maehle e dal dischetto non sbaglia. Immobile trema, glaciale anche dal secondo dischetto, è ancora doppia marcatura con la Dea. Immenso.
 
Sottil 6,5: la possibilità di convincere Italiano se la gioca fin dai primi minuti, Toloi riesce a eluderlo scappando via ma Palomino gli sta addosso. Fa comunque sempre paura quando va in attacco, bene.

(Dal 21' s.t. Saponara 6: bene ma non è propositivo come il collega 33).
 
 
All. Italiano 6,5: ha buone idee e la sua Fiorentina le ha già interiorizzate, la squadra aggredisce fin dalle prime battute e la mediana fa muro aiutando i difensori. Poi c'è Vlahovic.