Commenta per primo
Gianni Di Marzio a Catania viene ancora visto come 'il mister' per antonomasia. 'Mihajlovic sotto l'Etna ha giocato con un 4-3-3 sporco, che sarà sicuramente differente da quello di Firenze, perché Jovetic si dovrà adeguare alle esigenze del tecnico ma non può fare l'esterno sinistro come faceva Martinez a Catania - ha esordito Di Marzio parlando del futuro allenatore viola ai microfoni di Radio Toscana - Il montenegrino dovrà adattarsi ad un ruolo più di copertura, forse maggiormente vicino al centrocampo che agli esterni d'attacco. Marchionni può fare l'esterno, ma sulla sinistra serve un giocatore che ricalchi il Mascara del Catania. Neanche Vargas può adattarsi a quel ruolo, anzi mi aspetto con Mihajlovic un suo ritorno in difesa, se resterà. Pepe potrebbe essere in questo senso un adattato, come a Udine, perché è un destro di piede'. 'Bolatti? Difficile che possa essere il perno a centrocampo della nuova Fiorentina, mi aspetto invece il definitivo salto di qualità di Montolivo - ha concluso l'ex tecnico napoletano -. Silvestre del Catania sarebbe perfetto, e so che è più di un obiettivo di mercato di Mihajlovic. Quest'ultimo comunque è l'allenatore giusto per far ripartire la Fiorentina, perché vede bene la partita, ha uno staff di primo ordine e mi è pure simpatico. Consiglio a Pantaleo Corvino Lucas Piazon, si fidi di me!'.