30
Al braccio porta la fascia di capitano della Fiorentina, quella che indossava Davide Astori. Di dubbi sul legame tra German Pezzella e Firenze non ce ne sono, un rapporto profondo e segnato anche dalla scomparsa di ​un grande amico, oltre che un compagno di reparto. Eppure il futuro del difensore argentino in viola è sempre più incerto, con un contratto in scadenza nel 2022 un accordo per rinnovarlo che, a oggi, sembra molto lontano.

RINNOVO IN STALLO - Nessun contatto negli ultimi tempi tra le parti, nonostante la promessa di inizio stagione, da parte del presidente Commisso, di blindare Pezzella e Milenkovic. Nelle prossime settimane l'agente del centrale dell'Albiceleste, Martin Guastadisegno, è atteso a Firenze per parlare del futuro del suo assistito. Che negli ultimi anni è stato seguito con interesse da diversi top club, anche della Serie A.
TRA MILAN E NAPOLI - Nell'estate 2020 il Milan era stata la squadra più vicina a Pezzella. Nelle prime gare della stagione, l'ex River Plate era rimasto seduto in panchina a guardare i compagni di squadra, proprio per via di una situazione da definire sul mercato. I rossoneri, a poche ore dalla chiusura della sessione, fecero un tentativo concreto coi viola, senza però riuscire a convincerli a privarsi di un altro leader, negli stessi momenti in cui Federico Chiesa si stava trasferendo alla Juventus. In vista del prossimo mercato, Pezzella può rappresentare un'occasione per Maldini e Massara: è stimato da Pioli, che lo conosce proprio dai tempi in cui sedeva sulla panchina viola, e può essere un ottimo nome per completare il reparto in caso di cessione di un altro difensore (Romagnoli su tutti). Il Milan ci pensa, così come Napoli e Roma, che la prossima estate cambieranno molto in difesa: Pezzella fa gola a tanti, la Fiorentina riflette sul proprio capitano in bilico.