L’allenatore della Fiorentina Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa in vista della gara contro il Frosinone, in programma venerdì allo ‘Stirpe’
Le dichiarazioni del tecnico viola:

Cos’è cambiato nel Frosinone ultimamente? Ha sicuramente sofferto il salto di categoria, poi ha trovato compattezza ed equilibri migliori. Troveremo una squadra pronta e motivata.

Zero gol dalla panchina? Non è un buon dato, è un’altra situazione nella quale possiamo far meglio. Non dobbiamo sbagliare l’undici iniziale, ma neanche i subentrati.

Mercato? Abbiamo una partita importante, durante la sosta parleremo di altre situazioni.

Pjaca? Tornerà presto in lui, ha qualità. Anche lui si aspetta molto. Vuole e può dare di più.

Chiesa centravanti? Federico è un attaccante esterno che può e deve accentrarsi. L’azione in cui non siamo riusciti a segnare è la sua azione preferita. Se gioca a sinistra, è più portato alla conclusione.

Simeone? Diventerà forte, tutti gli attaccanti trovano difficoltà nel segnare, prima o poi.

Gruppo? Tutti a disposizione tranne Thereau, che non ha recuperato.

Cinquanta partite in Serie A? Tutte le volte che festeggio... (ride, ndr).

TAS? Per me la situazione Europa è finita il 19 luglio, con la sentenza. Da lì siamo partiti per riconquistarcela. Non mi sento tradito dalla società. È stato fatto tutto il possibile, l’e-mail non avrebbe cambiato la decisione del TAS”.