Commenta per primo
Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina, ha parlato così a Sky Sport dopo il successo col Cagliari: "Callejon è un professore sui tempi, sullo smarcamento. Nel secondo tempo non ha dato riferimenti, ci ha dato qualità, ha fatto meglio del primo. In un sistema di gioco come il nostro si deve un po' adattare, ma non più di tanto. Le vittorie aiutano ad avere più fiducia, coraggio, consapevolezza. Sono tutte partite combattute, sporche. E' chiaro che la giocata del singolo a volte decide. Il movimento di Vlahovic è stato ottimo, ma è stata grande anche la palla di Callejon così come l'anticipo di Martinez Quarta. Ogni tanto dovrei essere più lucido, meno emotivo. Tante volte sono coinvolto, dovrei fare un passo indietro ed essere lucido. Mercato? A saperlo. Sarà un mercato di scontenti. A me gli scambi degli scontenti non mi piacciono. Non abbiamo fretta. Il club sta sfoltendo, è necessario, se siamo in troppi non si può lavorare sulla qualità. 28 giocatori sono troppi, è difficile allenarli".