9
Valtteri Bottas su Mercedes conquista la pole position nelle qualifiche del Gran Premio d’Austria, nono appuntamento del Mondiale di Formula 1 2018. Secondo il compagno di squadra Hamilton, terzo Vettel (retrocesso al sesto posto dopo la penalizzazione per aver ostacolato Sainz), quarto Raikkonen.
 
HAMILTON VIAGGIA A RITMI SPEDITI – Serrato confronto Hamilton-Vettel nelle libere. L’inglese continua sullo stesso andazzo in Q1, subito davanti a tutti. Si porta momentaneamente primo Bottas, ma presto viene relegato al secondo posto. Pur godendo di un buon feeling col circuito (pole nel 2017), Seb fatica a ingranare e chiude solo sesto. Segnano tempi migliori il compagno di scuderia Raikkonen, Grosjean e Verstappen. Ottavo Ricciardo. Fuori Vandoorne, Perez, Sirotkin, Hartley, Ericsson.
 
INCHIESTA SU VETTEL - Per la Q2 Mercedes monta gomme supersoft, in contrapposizione alle altre. Corre sempre veloce Hamilton, che impiega dunque le ultrasoft. A rischio eliminazione, Ocon opta in favore delle rosse. Agita le acque Vettel, primo con 1.03.544. E sotto investigazione: Sainz nel suo team radio sostiene di essere stato rallentato dall’ex Red Bull.  A distanza di qualche ore, arriverà la penalizzazione di tre posizioni per il tedesco, che partirà sesto domani. Secondo Hamilton, terzo Bottas, poi Raikkonen e Verstappen. Ricciardo non si schioda dall’ottava posizione. Salutano Ocon, Gasly, Leclerc, Alonso e Stroll. Nella terza sessione ecco l’exploit firmato Valtteri Bottas. Che supera Hamilton di mezzo secondo. Poi Raikkonen, Verstappen, Ricciardo e Vettel, pagando un errore nel secondo settore. Raikkonen passa secondo, quarto Grosjean, retrocede Vettel, settimo. Al rush finale Sebastian migliora però sensibilmente e partirà terzo. Il monopolio Mercedes resiste: Bottas in pole con 1.03.130, seguono Hamilton, Vettel, Raikkonen, Verstappen, Grosjean, Ricciardo, Magnussen, Sainz e Hulkenberg.