3
Valtteri Bottas su Mercedes conquista la pole position nelle qualifiche del Gran Premio di Russia, sedicesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 2018 che si è disputato a Sochi. Partirà in prima fila assieme ad Hamilton. La seconda fila è tutta rossa con Vettel e Raikkonen. 
 
DISFATTA MCLAREN - In testa passa subito Vettel, poi Raikkonen. Come si preventivava già alla vigilia le Mercedes sfoderano però un eccellente feeling con la pista. Bottas piazza il primo acuto, spettacolare nell’ultimo settore. L’esatto contrario di Hamilton, che lascia il piede proprio nel tratto finale, compromettendo un giro fino a quel punto eccellente. Si rifà nel secondo, mettendosi davanti al compagno di scuderia. Terzo Raikkonen, che precede Vettel per un decimo. Nel frattempo Hartley perde un pezzo. A chiudere la griglia ci saranno sicuramente le Red Bull, penalizzate per aver interamente cambiato (o quasi) le due monoposto.  Comunque scendono in pista e con che tempi: Verstappen e Ricciardo, nell’ordine, stanno davanti ai ferraristi. Il primo taglio fa come vittime Hartley, Alonso, Sirotkin, Vandoorne e Stroll.  
   
LA ZAMPATA DI BOTTAS - Ferrari e Mercedes puntano entrambe sulle gomme ultrasoft nel Q2. Ancora comanda Hamilton, seguono Bottas, Vettel, Raikkonen. Tra i due team c’è un margine notevole. LeClerc, batte tutti gli altri. Le Red Bull non scendono nemmeno, per “risparmiare energie”. Così come non ci provano nemmeno le Renault e Gasly, automaticamente esclusi. Una situazione quantomeno anomala. Si passa alla Q3, con Bottas che segna un super 1:31.528, secondo Hamilton per soli 4 millesimi. Tra Valtteri e Vettel ballano 6 decimi abbondanti. Viaggiano a velocità diverse. La vera concorrenza è intera: Hamilton parte benissimo, ma una sbavatura manda a monte la rimonta. Domani in pole ci sarà quindi Bottas, poi Hamilton, Vettel, Raikkonen Magnussen, Ocon, LeClerc, Perez, Grosjean ed Ericsson.