2
Il mondiale di Fortnite si è appena concluso e ha sancito un momento storico per la storia degli eSports, grazie al suo montepremi da capogiro di ben 30 milioni di dollari e al massivo numero di giocatori iscritti all’evento. Le finalissime dei singoli e dei doppi sono state disputate il 27 e il 28 luglio a New York presso l’Arthur Ashe Stadium.

Entrambe le competizioni sono state vinte da giocatori giovanissimi, Nyhrox e Aqua per la modalità a coppie mentre il 15enne Kyle “Bugha” Giesdorf per i singoli. Entrambe le modalità hanno portato nelle tasche dei primi classificati ben 3 milioni di dollari di montepremi. Cifre da capogiro che sono state superate soltanto dal prossimo “The International” di Dota2.

Il giovane Bugha non si è soltanto limitato a vincere la finale, ma ha letteralmente sbaragliato la concorrenza riuscendo a totalizzare un totale di 59 punti, distaccandosi dal secondo di quasi del doppio del suo punteggio finale, ottenendo così anche il titolo di primo campione della modalità solo della storia di Fortnite.

Bene anche per l’Italia grazie ad Edoardo “Carnifex” Badolato, partecipante insieme al team dei Llama Record alla modalità Creativa, è riuscito a piazzarsi in sesta posizione a livello mondiale, portando a casa 250 mila dollari come squadra e 62.500 dollari individualmente, riportando in patria oltre che alla gloria anche una più che discreta somma in denaro.

All’evento sono anche state disputate le partite della competizione Pro-Am, un torneo di beneficenza al quale hanno partecipato i più grandi streamer come Tyler “Ninja” Blevins e l’italiano Giorgio “POW3R” Calandrelli, in coppia con celebrità provenienti dal mondo del cinema, della musica e dello sport. Il montepremi di 3 milioni di dollari previsto per questo evento benefico è stato totalmente devoluto in beneficenza.

Per tutte le altre notizie su Fortnite e il mondo degli eSports, vi invitiamo a proseguire su Manaskill.com.