14
Ai margini della riunione odierna in Lega Calcio, parla Adriano Galliani, ad del Milan.
 
Sul campionato e la rimonta Champions rossonera: "Il Milan deve fare bene, alle tabelle e ai pronostici non ci credo. Abbiamo fatto un girone straordinario da 41 punti, che sono tantissimi. La rincorsa del Milan è iniziata nell'ultimo quarto d'ora della sfida persa per 3-2 con la Lazio, lì abbiamo cominciato a giocare a calcio. Poi in un girone abbiamo fatto 41 punti, media altissima. Rammarico? No perchè era chiaro che ci voleva del tempo. Quando cambi una squadra ci vuole del tempo e lo avevamo messo in preventivo. Anzi, raramente un club cambiando così tanto riesce in così poco tempo a mettersi in carreggiata. La squadra resta questa anche per la prossima stagione".
 
Su Pazzini: "Ha sempre fatto gol, siamo soddisfatti. Abbiamo avuto la sua benedizione prima di prendere Balotelli, l'ho chiamato prima e ho avuto la sua autorizzazione. Se è compatibile con Balotelli chiedetelo ad Allegri. Rinnovo? Ha un contratto fino all'anno prossimo quindi non ci sono problemi".
 
Su Allegri: "Anche lui ha un contratto per l'anno prossimo, chi ha il contratto fino al 2014 è al riparo. I meriti di Allegri? Aveva le qualità per fare il tecnico del Milan e lo sta dimostrando, sta marciando ad un ritmo di 40 punti per girone. E' un bravo allenatore". 
 
Su Cristante: "Stamattina ha firmato Cristante, ha 18 anni ed è evidente che ai ragazzi bravi facciamo un contratto di 5 anni. Lo ha firmato ed ora lo stanno depositando. Gli ho augurato di fare quello che hanno fatto Kakà ed El Shaarawy. I ragazzi partono con stipendi bassi poi dipende dalla loro crescita. Cristante il nuovo Pirlo? Calma, ha fatto solo una partita del Viareggio. Non facciamo come i brasiliani che dopo due gol chiedono già 20 milioni. Per Cristante chiederei 20 milioni. Scherzo, ma non lo vendiamo".
 
Sul Barcellona e sul Genoa: "Pensiamo al Genoa, sta giocando molto bene, sarà un ostacolo difficile. Bertolacci piace ma siamo tanti in avanti, arriva anche Saponara". 
 
Su Balotelli: "Sta meglio, spero che ce la faccia per venerdì così Pazzini può riposare in vista di Barcellona". 
 
Su Ancelotti: "Al Real con Kakà? E' un allenatore con cui sono rimasto in grandi rapporto, gli auguro ogni bene".
 
Su Totti: "Da ragazzino era vicino al Milan, ha raggiunto Nordhal, davanti c'è solo Piola. Segnare tutti quei gol è una cosa mostruosa. Ho il rammarico su Sheva, se non fosse andato via avrebbe superato questi record. Sul cellulare ho delle immagini e quella di Sheva non la tolgo mai, insieme a quella di Muntari. Più vicino Totti o Xavi? Assolutamente Xavi, ho trattato con il papà ma non ho capito nulla perchè dovevo trattare con la mamma".
 
Infine, su Ibrahimovic: "Lui vuole bene al Milan ma non vuole bene a me, non l'ho mai più sentito".