Commenta per primo
Davide Ballardini, come da abitudine, nel presentare la sfida di questa sera contro il Perugia ha voluto tenere tutti sulla corda, non sbilanciandosi riguardo alle scelte di uomini e di modulo che opererà questa sera. Malgrado il tentativo di transizione verso la difesa a quattro sembri ormai un percorso irreversibile, contro gli umbri più per necessità che per convinzione il tecnico romagnolo dovrebbe affidarsi ancora al vecchio e collaudato 3-5-2.

Inutile nascondersi che più delle eventuali novità tattiche ad incuriosire sono soprattutto i possibili esordi in rossoblù di alcuni dei volti nuovi. Tra questi quasi scontata appare la presenza dal primo minuto di Salvatore Sirigu, nuovo guardiano dei pali del Grifone. Davanti a lui assieme ai senatori Criscito e Masiello, quest'ultimo in ballottaggio con Biraschi, potrebbe trovare spazio anche il giovane belga Vanheudsen, giunto in prestito dall'Inter.

A centrocampo la certezza è rappresentata dalla regia di Milan Badelj, mentre più difficile appare capire chi saranno i suoi scudieri. Possibile che una maglia da titolare venga affidata ad un altro neoacquisto, l'ex parmense Hernani, magari con il rientrante Sturaro a completare il reparto mediano. Sugli esterni Sabelli si gioca una maglia con Ghiglione a destra, mentre sulla mancina dovrebbe trovare spazio Czyborra.

Alla ricerca dei gol ci penseranno poi Mattia Destro e il giovane polacco Aleksander Buksa, altro possibile debuttante di serata.