Commenta per primo

Stop, accelerata, sterzata. Datemi il passaggio. È calcio? Sì. Ma pure prove di guida, per il centravanti che ancora non ha la patente e, dopo aver chiesto a Toni e a tanti altri compagni 'strappi' in giro per Genova, cerca casa a Pegli, vicino al Signorini, per andare a piedi all’allenamento. Almeno finché non avrà superato l'esame per cui già studia: qualche apprensione per la teoria, mentre per la pratica nessun timore. A scuola guida come a scuola Genoa. 'Mattia, svolta a destra'. Chiederà l'istruttore. Chiede oggi Gasperini, per raccogliere l'assist giusto. Toni, quello che 'camalla' (squadra, per farla salire, e giovane collega, spesso, per la città), riposa contro il Grosseto. E il Grifone svolta a Destro.

Mattia da Ascoli Piceno ha preso prima la patente del gol in serie A (all'esordio, dopo soli 6', contro il Chievo il 12 settembre scorso) che quella per l'auto. Precoce calcisticamente, in ritardo rispetto a tanti altri campioncini quanto a mettersi al volante.

(Il Secolo XIX)