Aver fatto 10 punti in più rispetto al Genoa di un anno fa potrebbe non bastare a Davide Ballardini per tenersi stretta la panchina del grifone.

La brutta sconfitta rimediata domenica in casa contro il Parma ha lasciato Infatti il segno nell'animo del presidente Enrico Preziosi che nonostante abbia riconfermato il tecnico al termine del colloquio avuto con lui domenica pomeriggio starebbe comunque meditando il divorzio se le cose non dovessero migliorare nelle prossime due sfide.

Alla ripresa del campionato dopo la sosta per le nazionali i rossoblù saranno attesi dalla proibitiva gara in casa della Juventus e sette giorni più tardi ospiteranno a Marassi l'Udinese. Se in queste due partite non dovessero arrivare le risposte sperate dalla presidenza, che si aspetta una vittoria con i friulani e di fare se non punti quantomeno bella figura contro i campioni d'Italia, il destino di Ballardini sarebbe segnato.

Il candidato numero uno a subentrare resta quel Davide Nicola che già la scorsa primavera sembrava poterne raccogliere il testimone in vista della stagione attuale. Più defilati invece appaiono i profili di Cesare Prandelli e Claudio Ranieri. Quest'ultimo, indicato questa mattina dal Secolo XIX, sarebbe però in netta ascesa nelle preferenze di Preziosi.