Commenta per primo

Lo slovacco è sembrato sempre fuori dal gioco, in ritardo nelle coperture e pasticcione in fase d'attacco. I tifosi, già stizziti per le frasi pronunciate durante il ritiro con la sua Nazionale che facevano capire la sua voglia di passare al più presto all'Inter, lo avevano già messo nel mirino da tempo ma ieri sono sbottati dopo una sua conclusione dalla distanza davvero pessima. Così quando è stato richiamato in panchina è stato salutato da una bordata di fischi. La sua situazione, anche dal punto di vista psicologico, non è delle più facili.

Discorso analogo per Caracciolo, anche ieri beccato più volte dal pubblico. L'attaccante non è mai riuscito ad incidere ma neppure a supportare Palacio nella giusta maniera. Mai una sponda, mai un fallo preso e poi tanti contrasti persi. Resta da capire il perché a metà ottobre non sia ancora riuscito ad entrare in una condizione accettabile.

(La Gazzetta del Lunedì)