Commenta per primo
Genoa-Torino 0-1

Radu 6:
non può nulla sul colpo di testa vincente di Bremer che decide la partita. Per il resto della partita non viene mai realmente impegnato dai calciatori del Torino. 

Ghiglione 5: in fase difensiva fatica a contenere le incursioni di Ansaldi, che in più di un’occasione riesce a sfuggire alla sua marcatura. A differenza di Pajac sulla corsia opposta, si vede poco anche in fase offensiva.

(dall’1’ s.t. Ankersen 6: fa meglio del compagno che sostituisce)

Romero 6: attento e preciso negli interventi difensivi. In coppia con Biraschi forma una buona diga davanti a Radu che difficilmente gli attaccanti del Torino riescono a superare. 

Biraschi 6,5: buona la prestazione del numero 14 del Genoa che vince tutti i duelli contro Berenguer, riuscendo anche a risolvere alcune situazioni potenzialmente pericolose. 

Pajac 6: si propone con costanza in fase offensiva, riuscendo anche a mettere nell’area di rigore del Torino alcuni traversoni insidiosi. Commette però qualche errore di troppo dal punto di vista tecnico, finendo di regalare più di un pallone agli avversari. 

Cassata 5,5: gli manca la continuità nel corso di tutto i novanta minuti. L’impressione è che quest’oggi potrebbe fare molto di più di quanto mostra in campo. 

Schone 6: prende per mano il centrocampo del Genoa e dirige il gioco della squadra di Motta con esperienza e attenzione. E’ autore anche di alcune giocate spettacolari che gli fanno guadagnare gli applausi dello stadio. 

Sturaro 5,5: non riesce mai a entrare veramente nel vivo del gioco. Si vede poco l’ex Juventus che perde diversi duelli a centrocampo. 

(dal 37’ s.t. Gumus: sv)

Pandev 6: fa tanto movimento senza palla, spesso arretrano anche sulla linea di centrocampo per aiutare la squadra in fase di impostazione. Entra così in quasi tutte le azioni offensive del Genoa, anche se si vede poco nei pressi dell’area avversaria. 

Agudelo 6: si accende a tratti il numero 28 del Genoa. Quando si illumina con la sua tecnica trova sempre il modo di rendersi pericoloso, nel secondo tempo, sullo 0-0, è sfortunato nel colpire la traversa dopo una bella giocata. 

Favilli 6: Thiago Motta lo preferisce a Pinamonti nel ruolo di punta centrale. Dopo un primo tempo in cui viene ben contenuto dai difensori avversari, nella ripresa mette in serie difficoltà la retroguardia granata. Meriterebbe anche il gol ma il palo glielo nega.

(dal 21’ s.t. Pinamonti 5,5: un paio di sponde aeree e poco altro).

All. Motta 6: il suo Genoa esce dal campo con una sconfitta che in realtà non meriterebbe per quanto espresso soprattutto nel secondo tempo. Cè un problema con il gol da risolvere.