24
"Sarebbe folle solo pensarlo": la frase è del presidente del Genoa, Enrico Preziosi ed il riferimento è alla possibile cessione già a gennaio del nuovo fenomeno rossoblù Krsysztof Piatek. Dopo le inevitabili voci di mercato uscite nei giorni scorsi attorno alla sua ultima scoperta, il numero uno del Grifone sembra chiudere la porta a una possibile cessione del 23enne polacco già nella prossima finestra di mercato. Nessuna illusione però per i tifosi rossoblù sul fatto che l'ex Cracovia possa diventare una bandiera del club più antico d'Italia come avvenne nei primi anni '90 con il duo Aguilera-Skuhravy: "Parliamo di un calcio di quasi 30 anni fa - ha detto Preziosi alla Gazzetta dello Sport - diverso in tutti i suoi aspetti. I tempi sono cambiati, forse con investimenti sostenuti ora pure noi saremo riusciti a vincere uno scudetto, chissà...". 

Nel frattempo il re dei giocattoli si gode la sua ultima scommessa vinta: "Sono molto contento, è ovvio. Sapevamo che lui possedeva grandi doti, è un talento innato ma non direi la verità se affermarsi 'Io lo sapevo'. Diciamo anche, però, che non l'abbiamo preso sulla Luna. L'avevo visto giocare, è un attaccante che nella stagione passata ha segnato 21 gol nel campionato polacco, andando in rete in tutti i modi. È un talento vero che poteva esplodere da un momento all'altro". 

E per ora, almeno fino a giugno, i tifosi del Genoa se lo potranno godere fino in fondo. Parola di presidente.