4
Era inevitabile. L'ottima prestazione offerta da Nicolò Rovella sabato sera contro l'Inter ha risvegliato sul giovane regista del Genoa l'attenzione proprio del club nerazzurro.

Un'attenzione che in realtà ha radici lontane, dal momento che fin dai tempi degli Allievi il non ancora 19enne era finito nel mirino della Beneamata, poi beffata dalla tempestività degli scout rossoblù che seppero anticipare tutti portando il ragazzo a Pegli. Ma, come spiegato da Calciomercato.com un paio di giorni fa, la passione per Rovella è molto alta da almeno un paio d'anni anche nell'attuale tecnico nerazzurro, quell'Antonio Conte che tentò invano di averlo con sé già ai tempi del Chelsea, persuaso dai racconti del preparatore dei portieri Gianluca Spinelli.

Inevitabile, come detto, quindi che dopo sabato sera i riflettori degli uomini-mercato di Steven Zhang si siano riaccesi sul teenager di Segrate. Con una prova ordinata e disinvolta, Rovella ha confermato di possedere tutte quelle doti tecniche e caratteriali già messe in mostra negli anni scorsi con le varie formazioni del vivaio rossoblù e che lo fanno considerare dagli addetti ai lavori come uno dei prospetti più promettenti del nostro calcio. Qualità che l'Inter ha avuto modo di ammirare da vicino in ben tre occasioni negli ultimi dieci mesi, ogni volta che il Grifone ha incontrato i nerazzurri.
Ma se alla Pinetina il nome di Rovella è già segnato in rosso, a Pegli c'è chi si prepara per fronteggiare il prevedibile assalto dei meneghini. Il contratto del ragazzo scadrà infatti al termine della stagione in corso e nessuno in casa rossoblù vuole correre il rischio di perderlo a costo zero. Ecco perchè i dirigenti del Grifone sono già al lavoro per proporre quanto prima al ragazzo un nuovo contratto che prevede, ovviamente, anche un sostanzioso adeguamento di ingaggio.