Calciomercato.com

  • Getty Images
    Gilardino: "Il Genoa dovrà fare delle cessioni importanti. Devo valorizzare i giovani, e spero in colpi di pari valore"

    Gilardino: "Il Genoa dovrà fare delle cessioni importanti. Devo valorizzare i giovani, e spero in colpi di pari valore"

    L'allenatore del Genoa, Alberto Gilardino ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della partita vinta per 2-0 contro il Bologna.

    FELICE - "Sono felice ed entusiasta per la squadra, per come siamo cresciuti di settimana in settimana e per come è aumentata la consapevolezza di mese in mese all'interno del gruppo".

    DNA FORTE - "Abbiamo sempre dato tutto, dimostrando di avere un DNA forte: ci sono stati calciatori che hanno giocato titolari per la prima volta e altri che rientravano da infortuni, ma tutti hanno fatto bene. Ci tenevamo a chiudere in bellezza, i ragazzi si meritavano una serata del genere davanti ad un pubblico bellissimo".

    CARRIERA - "Sono felice della carriera che ho fatto da calciatore, mi auguro di averne una ottima anche da allenatore: l'inizio è stato buono, punto a migliorare il materiale umano che ho a disposizione".

    SORPRESA - "Quest'anno eravamo una sorpresa. Abbiamo affrontato la stagione con grande entusiasmo, ma nella prossima stagione saremo una realtà: ripartiremo da zero ma con un'ottima base di calciatori, sarà un campionato complicato".

    CESSIONI - "La società dovrà fare delle scelte sulle cessioni, mi auguro possano esserci dei nuovi arrivi di pari valore a chi partirà. Io e il mio staff abbiamo sempre dimostrato di lavorare con tutti nel miglior modo possibile, questa è stata la vera forza del gruppo. Ci rimboccheremo le maniche dall'8 luglio, ripartiremo con grande ambizione e voglia di fare un campionato come questo".

    IDENTITA' - "In campo mi trasformo. Durante la settimana si lavora duramente, ogni allenamento si svolge ad alta intensità: è importante mantenere alta l'autostima della squadra, tutti i calciatori sono determinanti e in questa stagione lo abbiamo dimostrato".

    CHI PARTIRA'? - "Cosa voglio aggiungere? Dipenderà molto dalle cessioni e da quello che la società deciderà di fare: che sia un attaccante, un quinto, una mezzala o un difensore, avremo l'obbligo di farci trovare pronti. La società chiede la valorizzazione dei giovani".

    GIOVNAI FORTI - "Nel calcio di tempo ce n'è poco, ma è probabile che possano arrivare giocatori bravi, giovani e magari da campionati esteri. Sono cosciente di tutto ciò e anche molto realista, quest'anno abbiamo fatto qualcosa di impensabile e di straordinario per questa realtà. Se ripenso a come è iniziato il ritiro, posso dire che è stato fatto un campionato incredibile. A gennaio siamo intervenuti molto bene sul mercato, portando giocatori con personalità. Mi aspetto innesti di livello".

    Commenti

    (2)

    Scrivi il tuo commento

    limort...
    limort...

    sarebbe bene valorizzasse giovani italiani

    • 3
    • 1

    Altre Notizie