154

 
Ragazzi promettenti e in rampa di lancio, i campioni delle nuove generazioni sono pronti a prendersi la Serie A e non solo: viaggio alla scoperta delle giovani promesse del campionato italiano, un appuntamento settimanale per conoscere meglio i futuri padroni del calcio.



Una prova da Champions in uno scontro diretto per l'Europa: tra le note più positive del Milan nel successo contro la Lazio c'è sicuramente la prestazione di Davide Calabria. Complice anche l'infortunio di Conti della scorsa stagione, il classe '96 è diventato padrone della fascia destra rossonera e quest'anno sta legittimando sul campo la propria posizione: Gattuso non si priva quasi mai di lui per il costante apporto in fase offensiva (65 cross tentati, di più hanno fatto solo Suso e Rodriguez con il Diavolo), ma soprattutto per la solidità in copertura (79 contrasti effettuati in stagione, almeno 20 in più di ogni altro compagno). Da calibrare la fese finale: un solo assist in questa stagione (contro il Cagliari), ma anche un gol alla prima contro il Napoli. 







Calabria un motorino sulla fascia destra, al quale né Gattuso né il Milan hanno intenzione di rinunciare anche in vista delle prossime stagioni: le buone prestazioni con i rossoneri e con l'Under 21 hanno ingolosito soprattutto i club di Premier che hanno effettuato i primi sondaggi, su tutti Manchester United e Tottenham. Calabria però è il futuro del Milan e Leonardo e Maldini sono pronti a blindarlo: con ogni probabilità a fine stagione arriverà la firma su un nuovo contratto, che andrà ad estendere l'attuale scadenza fissata al 2022 ma soprattutto migliorerà l'ingaggio da 1,1 milioni di euro netti a stagione. Il Milan ha le idee chiare: Calabria è il presente e il futuro del club.



SEGUI LE 'GILLETTE GIOVANI PROMESSE' SU GILLETTE_ITALIA