Ragazzi promettenti e in rampa di lancio, i campioni delle nuove generazioni sono pronti a prendersi la Serie A e non solo: viaggio alla scoperta delle giovani promesse del campionato italiano, un appuntamento settimanale per conoscere meglio i futuri padroni del calcio.



Meret chiama, Donnarumma risponde. Prosegue la sfida a distanza per i pali della Nazionale e a battere un nuovo, pesante colpo nell'ultima settimana è stato il numero uno del Milan: il rigore parato a Ciano ha permesso ai rossoneri di svoltare e vincere la partita con il Frosinone, fondamentale per mantenere vive le speranze di qualificazione alla prossima Champions League. 'Strength in numbers' il motto dei campioni NBA dei Golden State Warriors e proprio nei numeri sta la forza di Gigio, tornato ad altissimi livelli in questa stagione: 71% di tiri parati dentro l'area, l'85% da fuori, dopo Sirigu è il portiere ad aver ottenuto più clean sheets in questo 2019. Senza dimenticare la sua costanza in carriera: dal suo esordio in Serie A (25 ottobre 2015), ha saltato solo due partite (giocate 141 su 143).







Numeri da campione per il classe '99, il Milan è in mani sicure. Per ora. Alle prestazioni solide di Donnarumma infatti hanno fatto eco i rumors di mercato, perché la situazione di Donnarumma è ancora incerta e molto dipende dall'accesso alla prossima Champions: la società rossonera vuole blindarlo con un nuovo contratto migliorato fino al 2024, ma senza la partecipazione alla massima coppa europea Raiola spingerà per il suo addio, con il PSG e, in seconda battuta, il Manchester United pronti ad approfittare della situazione, e un'offerta da 60-70 milioni di euro potrebbe far vacillare Elliott. Fari puntati quindi sull'ultima partita della squadra di Gattuso contro la Spal e attenzione agli intrecci a distanza con Atalanta e Inter: corsa Champions e futuro di Donnarumma, tutto si intreccia in casa Milan.




SEGUI LE 'GILLETTE GIOVANI PROMESSE' SU GILLETTE_ITALIA