22
L'esito che non ti aspetti. Roger Federer straccia i big del calcio e si piazza in cima alla classifica Forbes 2020 degli atleti più pagati al mondo. Fresca di pubblicazione, la lista dei 100 personaggi sportivi che hanno fatto registrare i più alti introiti dell'ultimo anno riserva una sorpresa che, come dice l'articolo di appoggio, è determinata anche dai tagli salariali determinati dall'emergenza Covid-19. Un esito che con ogni probabilità rimarrà irripetibile, perché troppo segnato dalla differenza fra discipline sportive che hanno completato o quasi il ciclo delle competizioni prima del lockdown e altre che invece sono state bruscamente arrestate. Ma rimane il dato: il fuoriclasse svizzero del tennis (106 milioni di dollari la somma pre-tasse dei suoi guadagni annuali) scala quattro posizioni rispetto alla graduatoria 2019 e si mette alle spalle i tre divi del calcio globale che un anno fa avevano occupato il podio: Lionel Messi, Cristiano Ronaldo e Neymar. Fra i tre, inoltre, c'è un avvicendamento nella posizione di primato relativo, col portoghese della Juventus che sorpassa l'argentino del Barcellona.

Un'altra novità della graduatoria 2020 è la presenza di due donne anziché una sola. Nella classifica 2019 era presente la sola Serena Williams, piazzata al 63° posto. La tennista Usa era anche l'unica donna presente nella graduatoria 2017 (51a). Fra le due liste ecco quella del 2018, che non registrava presenze femminili perché quell'anno Serena Williams era reduce dalla maternità. Dunque pareva che la rottura del totale monopolio maschile nella classifica Forbes dipendesse esclusivamente dalla minore delle sorelle Williams. E invece nella lista 2020 spunta un'altra tennista, la giapponese Naomi Ōsaka, che si piazza al 29° posto e si lascia quattro piazze dietro la veterana Usa. Un dato comunque ancora tremendamente deficitario e che una volta di più segnala quanto grave sia il problema del gender pay gap nello sport.
Per quanto riguarda la rappresentanza per discipline sportive, continua a dominare il basket (NBA, ovviamente), che conferma le 35 posizioni su 100 dello scorso anno. Segue il football NFL che balza a 31 posizioni rispetto alle 19 della lista 2019. Cresce lievemente il calcio, che occupa la 3a posizione e passa da 12 a 14 presenze (613 milioni di dollari guadagnati rispetto ai 607 di un anno fa). Crolla il baseball, colpito quasi a morte dal lockdown: 1 solo nominativo (Clayton Kershaw, 57°) rispetto ai 15 di un anno fa, con passaggio dai 468 milioni di dollari del 2019 ai 27 milioni di dollari del 2020.

@pippoevai