Commenta per primo

Samuel Eto'o (nato a Nkongsamba il 10 marzo 1981) è un calciatore del Chelsea. Si tratta di uno degli attaccanti più forti dell'ultimo decennio, che detiene il record di Palloni d'oro africani (4). Con 55 gol è il miglior marcatore della storia della nazionale camerunese, con cui ha vinto le Olimpiadi di Sydney 2000 e la Coppa d'Africa per due volte nel 2000 e nel 2002. Ambasciatore dell'Unicef e sempre in prima fila nella lotta al razzismo, Eto'o è sposato con l'ivoriana Georgette, dalla quale ha avuto 4 figli: Maelle, Etienne, Sienna e Lynn. 

La sua carriera inizia da ragazzino in patria nell'UCB Douala e nel 1996, a soli 15 anni, vola in Europa nel settore giovanile del Real Madrid. Dopo i prestiti a Leganes ed Espanyol, nel gennaio del 2000 si trasferisce al Maiorca, dove rimane per cinque stagioni ed esplode segnando la bellezza di 70 reti. Da sottolineare la doppietta realizzata nella finale di Coppa del Re vinta 3-0 col Recreativo Huelva, quando dedica i suoi gol all'amico e compagno di nazionale Marc-Vivien Foé, morto tragicamente in campo due giorni prima a Parigi durante la semifinale di Confederations Cup contro la Colombia. 

Nel 2004 arriva il grande salto al Barcellona, dove al fianco di Ronaldinho e Messi vince tre campionati laureandosi capocannoniere della Liga spagnola e due Champions League, segnando un gol in finale sia con l'Arsenal a Parigi che contro il Manchester United a Roma. 
Dopo 5 meravigliosi anni in blaugrana conditi da 130 reti, come parziale contropartita nell'operazione di mercato che porta Ibrahimovic al Barça, nel 2009 Eto'o si trasferisce in Italia all'Inter, dove centra per la seconda volta di fila il 'Triplete' vincendo scudetto, Coppa Italia e Champions League oltre al suo primo Mondiale per club. Abituato ad agire nel ruolo di prima punta centrale, con Mourinho si sacrifica nella posizione di esterno sinistro, ma nonostante ciò nel 2010 viene eletto miglior marcatore dell'anno dall'IFFHS. 

In nerazzurro resta due stagioni e segna 53 gol, poi nel 2011 viene ceduto in Russia all'Anzhi, dove diventa il calciatore più pagato al mondo con uno stipendio da 20 milioni di euro all'anno.
Passano altre due stagioni (con 36 gol) ed Eto'o passa al Chelsea, dove ritrova Mourinho come allenatore. 

Palmares: 

Club: 
3 campionati spagnoli (2004/2005, 2005/2006 e 2008/2009). 
2 Coppa del Re (2002/2003 e 2008/2009) 
2 Supercoppe di Spagna (2005 e 2006) 
1 campionato italiano (2009/2010) 
2 Coppe Italia (2009/2010 e 2010/2011) 
1 Supercoppa Italiana (2010) 
3 Champions League (2005/2006, 2008/2009 e 2009-2010) 
1 Coppa Intercontinentale (1998) 
1 Mondiale per club (2010)

Nazionale: 
2 Coppe d'Africa (2000 e 2002) 
1 Olimpiade (2000) 

Individuale: 
4 Palloni d'oro africani (2003, 2004, 2005 e 2010) 
1 titolo da capocannoniere del campionato spagnolo (2005/2006). 

CALCIOMERCATO.COM E' MEDIA PARTNER E MEMBRO DELLA GIURIA DEL GOLDEN FOOT 2013, VOTA QUI IL TUO CANDIDATO, PUOI VINCERE LA SERATA DI GALA A MONTE-CARLO!