Commenta per primo

Dopo il pari col Livorno la Sampdoria resta al palo anche a Gubbio. I padroni di casa, nonostante le defezioni dell'ultim'ora di Graffiedi e Briganti, non si piegano di fronte ai blucerchiati, che per l'occasione presentano il neo acquisto Eder subito in campo al fianco di Pozzi. Il primo tempo è di marca eugubina, con Bazzoffia che si mangia due ghiotte opportunità per passare: la prima fermato da Romero in uscita, la seconda tentando un pallonetto dal limite terminato a lato di un soffio. L’avvio di ripresa coincide col miglior momento degli ospiti, che al 3’ impegnano Donnarumma con un tentativo da destra di Rispoli e al 9' sfiorano il vantaggio con Eder in mischia. Poi il Gubbio riprende campo e amministra senza troppi affanni, nonostante l'ingresso di Juan Antonio che dà un po' più di brio alla manovra offensiva blucerchiata.

GUBBIO

Il tecnico del Gubbio, Gigi Simoni: 'Il risultato è giusto, la partita è stata bella e combattuta, tra due squadre che hanno fatto entrambe un'ottima prestazione. Noi nel primo tempo siamo stati superiori, potevamo passare e abbiamo concesso loro un solo tiro. Nella ripresa sono partiti forte e c'hanno messo un po' sotto pressione, ma siamo stati bravi a ribattere giocando da squadra. Il modulo? Quando preparo una gara valuto sia chi ho davanti, sia chi ho a disposizione. Senza l'infortunio di Graffiedi avremmo giocato col 4-3-3, però vista la situazione è venuto buono il 4-4-2. Eravamo sicuri di essere ben coperti dietro e per questo ho cercato di mettere due esterni di centrocampo rapidi e in grado di andare sul fondo e crossare. La Sampdoria è una squadra solida e credo che lo abbia dimostrato anche oggi. Dell’arbitro non parlo perché altrimenti mi metto nei guai da solo, ma è evidente che ha commesso degli errori'.

L’attaccante del Gubbio, Daniel Ciofani: 'Sono soddisfatto della mia prova, anche se essendo attaccante avrei preferito far gol. Con Mastronunzio l'intesa è buona, siamo due giocatori con caratteristiche differenti e a me piace molto andare incontro alla palla. La Samp è una squadra strana, ha qualche problema all'interno perché ha grandi giocatori e non si spiega come mai facciano così fatica. Pozzi e Bertani hanno fatto meno gol di me e sinceramente la cosa un po' mi stupisce'.

SAMPDORIA

Il tecnico della Sampdoria, Giuseppe Iachini: 'Si poteva sbloccare la partita da una parte all'altra, nel primo tempo abbiamo avuto la chance per farlo noi ma nel finale anche il Gubbio ha avute due palloni importanti con Bazzoffia, il secondo dei quali innescato da un nostro errore. Potevamo e dovevamo essere più bravi nel fraseggio e nella verticalizzazione, ma siamo mancati un po' negli ultimi 16 metri. Sapevamo che Gubbio chiudeva spazi e ripartiva con velocità e abbiamo concesso loro molto poco, ma al tempo stesso non siamo stati bravi a sfruttare appieno le occasioni che abbiamo avuto per poter indirizzare la partita sui binari desiderati. Nel secondo tempo siamo stati un po' più precisi, ma non è bastato. Fisicamente stiamo abbastanza bene, nonostante giochiamo un calcio molto dispendioso. Il mercato ha cambiato un po' di equilibri, adesso abbiamo necessità di imparare a conoscerci meglio ed agevolare l'inserimento dei nuovi. Di certo stiamo attraversando una fase di autentico rinnovamento e ci vorrà un po' di tempo per rimettere le cose a posto'.