120
Un gol, quello di sabato scorso, che ha ridato speranza in un momento complicato. Dopo una partita scialba e deludente, la rete di Hauge ha regalato al Milan un punto prezioso, mantenendo in piena corsa Champions la squadra di Pioli. Oggi, ai microfoni di Sport Mediaset, il norvegese parla del periodo e del finale di stagione: "Vorrei dare il mio contributo alla squadra e fare gol. Ho ancora spazio per migliorare, per questo continuerò a lavorare duramente". 

C'è spazio, poi, per qualche parola su Zlatan Ibrahimovic. Una guida, un maestro da cui imparare in campo e non solo: "Zlatan è un grande, insieme abbiamo passato bei momenti. Quando sono arrivato mi ha detto di impegnarmi e godermela perchè il Milan è un club con una storia importante. Mi ha detto di lavorare duro e inserirmi bene nel gruppo". 

Infine, una battuta su Erling Haaland, compagno di nazionale con la Norvegia: "Con lui ho parlato tanto, ci conosciamo molto bene. Tanti club erano interessati a me: io gli ho parlato del Milan, lui me l'ha consigliato. Mi ha detto che sarebbe stata dura, ma che mi sarei trovato bene". E sul possibile futuro in Italia per il bomber del Dortmund, Hauge rivela: "Credo che abbia tutte le qualità per giocare in Italia, si troverebbe molto bene qui perchè è molto forte e veloce".