Commenta per primo
Presente a Torino alla commemorazione delle 39 vittime dell'Heysel, 25 anni dopo la tragedia, il presidente dell'Uefa Michel Platini, quel giorno in campo con la maglia della Juventus, ha ricordato: "Quella partita non era normale, non è durata 90 minuti. Non è mai finita, ci sarà per sempre. Nessuno, attore o spettatore della tragedia, potrà mai cancellarla dalla sua memoria". "In quella lontana primavera del 1985 ero un calciatore, non ancora trentenne, gioioso e spensierato - ha aggiunto l'ex numero 10 francese -. Ero a Bruxelles per amore della bandiera bianconera e del calcio. Noi calciatori abbiamo vissuto al buio quella serata, oggi i nostri pensieri e il nostro cuore sono con le vittime e con le loro famiglie".